Libri
di Mattia Nesto 8 Febbraio 2021

Il Mar delle Blatte, un capolavoro barocco che rischiava di andar perso

Il successo di Landolfi era nato come raccolta di racconti ma ha trovato fortuna come fumetto grazie ai disegni di Filippo Scòzzari. Per la prima volta Coconino ha raccolto tutte le tavole de Il Mar delle Blatte in un volume unico.

Se c’è una cosa che abbiamo capito nel leggere Il Mar delle Blatte di Tommaso Landolfi è quanto Coconino abbia fatto bene, per la prima volta, a proporre in volume unico questa particolarissima (ri)lettura. Già perché Landolfi non è solamente uno dei grandi autori misconosciuti della nostra letteratura, ma anche uno scrittore modernissimo e dallo sguardo praticamente unico nel desolante e pervicacemente accademico panorama della nostra cultura. Ecco allora che Filippo Scòzzari, outsider per eccellenza del fumetto nostrano, non poteva che essere il migliore interprete del “gran barocco”.

Compra | su Amazon

Ok. Ma che libro è Il Mar delle Blatte? Sostanzialmente siamo davanti a un racconto di pro-fantascienza allucinata in cui misteriose e inquietanti figure si muovono in una storia senza tempo (o meglio, ambientata in un generico tempo presente che diventa ben presto tempo indistinto) nel quale si assiste a un viaggio -non si sa bene per chi non si sa bene per cosa- alla volta del misterioso Mar delle Blatte. Un luogo fisico, ma anche e soprattutto onirico sulla quale si ergono i tre principali protagonisti che contribuiscono a rendere iconico il racconto.

Una tavola tratta dal volume Via - Una tavola tratta dal volume

Il Gran Variago, nerboruto e dispotico capitano della nave, la giunonica Lucrezia, femme fatale per eccellenza e il verme azzurrognolo, vero e propio main character de ll Mar delle Blatte, disegnato in modo sublime da Scòzzari mescolando inquietudini da miniaturista del medioevo con elementi che ricordano i cartoni animati. Questo animaletto viene altresì descritto dallo stesso Landolfi non tanto con dovizia di particolari ma, nella sua prosa barocca, quasi per sottrazione, aumentandone il fascino e il mistero.

Il verme azzuro disegnato da Filippo Scòzzari Via - Il verme azzuro disegnato da Filippo Scòzzari

Il Mar delle Blatte si presenta come un volume assolutamente da avere per chi ama non solo l’arte del fumetto, ma proprio quella del racconto in senso generale. Va anche detto che l’edizione di Coconino è arricchita da una gustosissima prefazione dello stesso Scòzzari (che racconta l’ingarbugliata vicenda editoriale con tanto di “folle volo” delle tavole originarie) e una postfazione di Landolfo Landolfi che analizza il proprio operato da un’angolatura molto interessante: la propria presenza nei testi e nelle filosofie di Franco Battiato e Marco Castoldi in arte Morgan.

Il Mar delle Blatte nella sua versione romanzo e a fumetti – Foto dell’autore Via - Il Mar delle Blatte nella sua versione romanzo e a fumetti – Foto dell’autore

Un grande affresco all’alterità del pop: una storia magnifica che rischiava di essere perduta per sempre nel mare magnum dell’editoria e che, per fortuna, oggi possiamo leggere e rileggere con la quasi scontata colonna sonora rappresentata da Blatte di Colombre ft. IOSONOUNCANE no?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
19,90 €

Chineasy, il libro per imparare il cinese

Vuoi imparare il cinese? Ci sono 200 simboli fondamentali con i quali si può capire all’incirca il 40% del cinese scritto, dai menu al ristorante, ai cartelli stradali, spot televisivi e scritte sui giornali. Per spiegare e memorizzare questi simboli c’è questo bel libro: Chineasy.
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >