libro dei bambini soli enrico sibilla
Libri
di Alberto Motta 1 Dicembre 2016

LIBRI FIGHI | Il libro dei bambini soli, di Enrico Sibilla

La fasciatura di un infante, l’agonia di una persona anziana, l’assunzione della prima comunione, una giornata al circo, un romanzo fiction d’esordio.

sibilla_soli libro dei bambini soli enrico sibilla

LIBRI FIGHI scritto così, in capslock, è una rubrica che esce ogni giovedì su Dailybest, ma magari più spesso, chissà. Cosa ci mettiamo in questa rubrica? Lo dice il nome, si spiega da sola.

Non solo nuove uscite però, anche classici o meraviglie sconosciute. Hai un LIBRO FIGO che ti piace tanto, che è importante, che pensi dovremmo leggere tutti e vuoi spiegarci perché? Che bello: sono 2500 caratteri spazi inclusi.

Scrivici a info@dailybest.it, oppure sulla nostra pagina Facebook. 

La fasciatura di un infante, l’agonia di una persona anziana, l’assunzione della prima comunione, una giornata al circo, un romanzo fiction d’esordio. Non penso che esistano argomenti meno coinvolgenti, interessanti, per quelli che, come me, credono sia necessario leggere solo saggi e notizie, con qualche concessione al genere non-fiction se la mente è affaticata.

E invece.

Il fatto che Enrico Sibilla nel suo ineguagliabile romanzo d’esordio si confronti con l’infanzia rappresenta solo il piolo di partenza lungo un principio di scala che, se salita, porta in un universo importante: fantascientifico – e intendo dire proprio di science fiction ambientale – in cui regna un’orrore di accecante poeticità. Non parlo qui dell’horror di genere, intendo proprio la paura che provi guardando Martyrs (2008, Pascal Lugier). Sarà perché nell’infanzia ogni esperienza è assoluto, non ha precedenti, nella sua immersività non prevede ripetizioni, la vita finisce ogni giorno, quando si chiudono gli occhi, quindi ogni trauma è martirio, ogni male è assoluto.

L’ho letto piano, va letto piano e poco Il libro dei bambini soli di Enrico Sibilla. Va letto di sera, a letto. Le prime cinque notti saranno incubi amari. Solo al quinto giorno collegherete l’orrore al libro – che di orrore ne contiene poco, ma di cattiveria, quella dei bambini, tanta e non mediata – e smetterete di leggerlo. Passeranno tre giorni. Di sedimentazione. Serviranno per capire che no, quel libro non potete abbandonarlo. Per la sua forza, certo, che non ha pari nel mondo della narrativa (La lunga marcia di Bachman, forse?) Ma, soprattutto, per un fatto che definirei splendore.

E veniamo al punto.

È infatti splendore, fatta di luce, la scrittura di Enrico Sibilla (per ricchezza, metro, sound design, crossover). È per questa sua qualità ineguagliabile che il male innocente che essa racconta sedimenterà nella mente del lettore fino a trasformarsi in un preziosissimo diamante.

Ah, devo precisare: Il libro dei bambini soli di Enrico Sibilla non è un romanzo di genere horror, è trekking filosofico sul significato dell’essere nel mondo. Esso utilizza come canovaccio il fenomeno della nascita per improvvisare sul concetto di assoluto, inteso come sensazione che intride ogni prima esperienza nell’uomo.

Adesso alcune note sparse: i paradiddle; la scimmia in piedi sul letto d’ospedale; le puntine; leggere ad alta voce il capitolo della scimmia – perché la scrittura del Libro dei bambini soli è irraggiungibile, lo ripeto –; il ritmo, il passo spettacolare di questo romanzo; la Disadorna; il pensiero alveare; Giuseppe Ungaretti; La dura spina, di Renzo Rosso; una lingua di fantascienza che è quella di Stanley Kubrick, se Stanley Kubrick fosse stato Nicolas Winding Refn.

Se vi piace quando siete intelligenti leggete Il libro dei bambini soli.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

23,80 €

Là fuori. Guida alla scoperta della natura

Là fuori è una guida alla scoperta della natura, pensata e scritta per bambini e ragazzini. Un libro che risponde alle domande che nascono osservando la natura, anche in città, nei parchi, nelle aiuole, nei giardini. Alberi e fiori, nuvole e stelle, rocce e sabbia, uccelli, rettili e mammiferi... Là fuori è un libro che invita i bambini all'osservazione della natura, a notare i dettagli e insegna a stupirsi. Vi sono anche diverse attività per suscitare interesse e innescare meccanismi di gioco che sono anche percorsi formativi per i bambini.
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
5,99 €

L'universo spiegato ai miei nipoti

Le risposte di un nonno astrofisico alle domande della nipotina raccolte in questo piccolo libretto. Hubert Reeves è un grande divulgatore e questo è un libro perfetto per cominciare a scoprire i misteri dell’Universo con i propri figli e nipoti.
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >