parola compra libri senza leggerli
Libri
di Gabriele Ferraresi 7 Ottobre 2016

In giapponese c’è una parola per definire chi compra libri senza leggerli

Perché tutti abbiamo comprato libri che poi non abbiamo mai letto, tutti!

anteprima_tsundoku parola compra libri senza leggerli Unsplash

 

Chi è senza peccato, sfogli la prima pagina. Perché tutti abbiamo commesso questo peccatuccio, e nelle librerie di ognuno di noi ci sono libri che abbiamo comprato e non abbiamo mai letto.

Chissà, magari avevamo aperto Amazon e abbiamo fatto uno di quegli acquisti d’impulso per cui ci dovrebbero tranciare a metà la carta di credito.

Oppure avevamo appena finito di leggere una recensione di qualcosa e ci era salita la voglia irrefrenabile di leggerlo quel libro, che ne eravamo certi: la nostra vita senza non sarebbe stata la stessa. Capita. Succede a tutti; ma finché capita ogni tanto penso non ci sia nulla di strano, tutti compriamo stronzate di cui ci pentiamo o che dimentichiamo in frazioni di secondo: è il 2016, non ci possiamo fare niente.

A me è successo con alcune opere del filosofo e saggista rumeno Emil Cioran: le avevo prese anni fa, giacciono da allora quasi tutte ben impilate in libreria, intonse. Prima o poi le leggerò di sicuro, non è che vanno a male: a salvarsi, di Cioran – salvarsi nel senso che l’ho letto con piacere – Sillogismi dell’amarezza, che dal giorno della consegna domina la biblioteca da bagno e lo sfoglio ancora spesso. Ma stiamo parlando di un’eccezione.

Perché i libri che compro di solito li leggo, nessuno escluso: cerco di finirli sempre anche se sono atroci, illeggibili, sconclusionati, un po’ per rispetto dell’autore, un po’ perché è giusto così. In Giappone però ho scoperto da poco che esiste una parola per definire chi compra libri senza leggerli: tsundoku, ovvero “la condizione di accumulare materiali da lettura, lasciandoli impilare senza leggerli davvero”. Grazie Giappone.

Certo, tsundoku è una parola che è strano sentire dalle nostre parti, visto che a quanto afferma l’IstatNel 2015 si stima che il 42% delle persone di 6 anni e più (circa 24 milioni) abbia letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti (…) Il 9,1% delle famiglie non ha alcun libro in casa, il 64,4% ne ha al massimo 100 (…) La lettura continua ad essere molto meno diffusa nel Mezzogiorno. Nel Sud meno di una persona su tre (28,8%) ha letto almeno un libro (…) I “lettori forti”, cioè le persone che leggono in media almeno un libro al mese, sono il 13,7% dei lettori (14,3% nel 2014) mentre quasi un lettore su due (45,5%) si conferma “lettore debole”, avendo letto non più di tre libri in un anno“.

Be’, oggi non avremo letto un libro, ma almeno abbiamo imparato una parola nuova.

FONTE | | OZY.COM

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,99 €

L'universo spiegato ai miei nipoti

Le risposte di un nonno astrofisico alle domande della nipotina raccolte in questo piccolo libretto. Hubert Reeves è un grande divulgatore e questo è un libro perfetto per cominciare a scoprire i misteri dell’Universo con i propri figli e nipoti.
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >