Il MoMA ha messo online 65.000 capolavori di arte moderna in altissima qualità

Da De Chirico a Chagall, passando per i nomi meno conosciuti

Pittura
di Simone Stefanini facebook 1 aprile 2016 10:24
Il MoMA ha messo online 65.000 capolavori di arte moderna in altissima qualità

hbveor via - Tre donne, di Fernand Léger (1921)

 

L’arte del 20esimo secolo è ancora una miniera tutta da scoprire e il suo segno, i suoi concetti e la sua forma sembrano provenire da una civiltà aliena, per metterci alla prova e e per farci capire meglio le impressionanti possibilità dell’espressione umana. Oltre ai capolavori conclamati, esistono migliaia di altre opere che meriterebbero una maggiore visibilità. Il MoMA di New York ci ha pensato e ha caricato sul suo sito più di 65.000 immagini di quadri, sculture, ready made e oggetti d’arte moderna e contemporanea, realizzati tra il XX e il XXI secolo. Tutti ad altissima qualità.

Non ci stancheremo mai di guardare un dipinto di De Chirico e di Chagall, ma stavolta possiamo anche ammirare le opere di nomi meno conosciuti, artisti che non hanno avuto la stessa fortuna ma che comunque hanno creato pezzi d’arte d’inestimabile valore.

 

De_Chiricos_Love_Song-833x1024 via - Canto d’amore, di Giorgio De Chirico (1914)

 

La digitalizzazione delle opere è un trend che sta coinvolgendo sempre più musei, fondazioni e istituti che si occupano della salvaguardia dell’arte. Vi abbiamo già parlato dei taccuini di Paul Klee, dei libri d’arte del Getty Museum o del Met da scaricare gratuitamente. La cultura, grazie al web, diventa accessibile e anche il MoMA vuole contribuire. Ci vorrà ancora un po’ per digitalizzare tutte le opere (circa 200.000) ma è un buon inizio.

 

525px-Marc_Chagall_1912_Calvary_Golgotha_Christus_gewidmet_oil_on_canvas_174.6_x_192.4_cm_Museum_of_Modern_Art_New_York via - Calvario, di Marc Chagall (1912)

 

Grazie questa operazione, potrete passare ore a guardare tutto il Novecento nell’arte, filtrando per tipologia, per anno o cercando direttamente il nome dell’artista.

 

Schermata 2016-04-01 alle 10.57.13 via

 

FONTE | Open Culture

COSA NE PENSI? (Sii gentile)