La foto profilo di Facebook diventa un video: 6 idee per essere pronti

Non è una bufala: a breve potremo caricare un video di sette secondi

Attenzione, questa non è una bufala! Presto sul nostro profilo Facebook non apparirà più una foto statica, ma un video di 7 secondi, con tanto di audio.

Martedì prossimo in California e Inghilterra testeranno per primi la possibilità di inserire un video di come foto profilo su Facebook. Un cambiamento epocale per il social network di Mark Zuckerberg. La pagina profilo degli utenti potrebbe diventare come nella gif qui sotto.

 

via GIPHY

Dopo il passaggio dai beta tester, questa opzione sarà disponibile a breve anche in Italia. Il quartier generale del social network, che in Italia continua a non avere rivali, dice di aver implementato questa funzione per permettere ai suoi utenti di esprimere al meglio la propria personalità.

Non abbiate paura però, la vostra bacheca non diventerà animata come i profili MySpace negli anni 2000, il video profilo si attiverà solo quando qualcuno verrà a visitare la vostra pagina (e già ci immaginiamo i miliardi di page views nei primi giorni dopo la novità). Al video sarà possibile aggiungere l’audio, che però partirà solo quando il video sarà aperto a tutto schermo.

In pratica, vi ricordate i quadri appesi alle pareti di Hogwarts, che prendono vita al passaggio di Harry Potter e degli altri studenti? L’effetto sarà abbastanza simile.

 

 

E le foto profilo cadranno in disuso? Probabilmente no. Facebook sta sperimentando un modo per programmare una nuova foto profilo solo per qualche ora (o giorno) e per poi far tornare automaticamente quella vecchia. Tipo, siete dell’Inter, tutte le domeniche volete la foto profilo nerazzurra e il lunedì invece quella del vostro bel faccione? Tra un po’ potrete programmarlo.

Ora che ne sapete di più veniamo all’argomento più spinoso: come fare dei video fighi? Sembra che Vine prima e Instagram poi abbiano rivoluzionato del tutto il modo di concepire e di creare il video, sfruttando le limitazioni di tempo (6 secondi per il primo e 15 per il secondo) e trasformandole in punti di forza, per creare dei mini cortometraggi geniali.

Ecco qualche esempio:

Potrete fare come quel genio di Zack King, l’illusionista  di Vine, che fa trucchi così perfetti in così breve tempo da costringerti a guardare mille volte lo stesso video in loop senza mai venire a capo di come abbia fatto. Ci puoi passare le serate, niente.

 


  Nel caso vi sentiate a proprio agio col vostro corpo, potreste anche stupire i vostri amici di Facebook con video un po’ sopra le righe (ma mai troppo volgari, ché poi vi bannano. È Facebook, mica YouPorn…) come quello qui sotto. Certo, se vi chiamate Emily Ratajkowski l’operazione funziona meglio di default.    

Now that I can dance! Un video pubblicato da Emily Ratajkowski (@emrata) in data:

 

Anche se le gif animate non saranno supportate in questa nuova funzione, potreste ricrearne l’effetto tagliando perfettamente un video in modo che sembri in loop continuo. In ogni caso, amanti delle gif non disperate, i siti con le gif già trasformate in video spunteranno come funghi.

 

video facebook 38media - Un loop continuo

 

Siete bravi col beatbox? Potete realizzare dei video come quelli di Dlow Beatbox per lasciarli andare in loop tutto il giorno e provare a rapparci sopra.

 

 

Oppure potreste fare come quel pazzo di Anwar Jibawi e girare un cortometraggio comico, che in 7 secondi vi farebbe diventare un idolo con più follower di Checco Zalone.

 

    Se invece siete creativi e avete la possibilità di usare mezzi pro, il video profilo sarà sicuramente un’opportunità notevole per voi. Guardate il video qui sotto di Arthur Sellati: un’inquadratura, un effetto speciale casalingo, la musica perfettamente in loop ed ecco fatto il video perfetto. Buon divertimento.  

FONTE | mashable.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
40,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >