“Fumetti Verticali” è il documentario che fa il punto sul mondo dei fumetti in Italia

Davvero un bel documentario sulla storia e l’evoluzione del fumetto italiano che non deve passare inosservato. A parlare sono 42 intervistati tra i più noti fumettisti, giornalisti, editori.

Tra i fenomeni interessanti cui stiamo assistendo in questo periodo storico, c’è l’attenzione nuova nei confronti di alcuni mondi sempre esistiti e anche ben popolati, ma che ora vengono riscoperti e aperti a un pubblico più ampio di curiosi. Tra questi mondi, quello dei fumetti e dei graphic novel, che nasconde un mercato florido e dinamico di consumatori fedeli a tanti appassionati ma che rappresenta, forse, ancora una nicchia (purtroppo, o per fortuna).

Per entrare nel mondo dei fumetti e conoscere un po’ la sua storia e il modo in cui il fumetto sia cambiato con l’avvento del computer, di Internet e dei social network, c’è un documentario disponibile su YouTube che fa per voi: “Fumetti Verticali – dall’edicola alla rete”. In un’ora avrete la possibilità di farvi un quadro chiaro e completo della situazione ad oggi e dei possibili sviluppi del fumetto italiano, indagando su alcune questioni e rispondendo ad alcuni quesiti che, chi lavora in questo mondo, si pone continuamente: meglio cartaceo o digitale? Tavoletta grafica sì, tavoletta grafica no? Web o canali tradizionali?

Il documentario, autoprodotto e frutto di un duro lavoro, è davvero ben fatto e degno di lode. Complici le grafiche accattivanti, le musiche, le scene lucide, il montaggio dinamico, il discorso scorre facile e la narrazione è scorrevole e attraente. Il progetto è volutamente corale e a parlare sono solo gli intervistati, con le loro voci e la loro esperienza. Si tratta di ben 42 volti tra fumettisti, giornalisti, editori. Tra i più noti: Zerocalcare, Sio, Igort, Roberto Recchioni, Alice Milani, Cristina Portolano, Leo Ortolani, Mario Gomboli, Michele Foschini, Ritardo, Silvia Rocchi, Ratigher, Serena Schinaia, Matteo Stefanelli.

In una città moderna e avanzata ma con un gusto ancora legato al passato, si inserisce la struttura del documentario, diviso in 6 capitoli, ognuno dei quali descrive uno specifico argomento: il pre-internet, il disegno digitale, la diffusione dei web comics, l’uso dei social network come trampolino di lancio, metodi alternativi di finanziamento (crowdfounding, patreon etc…), e il futuro del fumetto.

Il documentario era stato realizzato in occasione del Lucca Comics 2019, reso disponibile gratuitamente in questi giorni. Un grazie va a Daniel Oren e a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo progetto, perché la qualità non passi inosservata.

Fumetti Verticali è dedicato alla memoria di Federico Memola: amico e fumettista straordinario recentemente scomparso.

Fumetti Verticali è su Facebook, su Instagram e, ovviamente, su YouTube.

Crediti:

  • Regia: Daniel Oren
  • Soggetto e sceneggiatura: Daniel Oren
  • Montaggio: Daniel Oren
  • Motion graphic: Filippo Cattaneo
  • Content editor: Francesco Pierucci
  • Sound design: Alessio Zanin
  • Color: Endrit Muhametaj
  • Responsabile di distribuzione: Mario Nuzzo
  • Traduzione inglese: Andrea Lanzetta
  • Nazionalità: italiana
  • Anno di produzione: 2019
  • Durata: 62’30”

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >