Ecco come sono le notifiche push quando hai un account Instagram con 8 milioni di follower

Beyonce ha questa faccia perché non ne può più

When you post epic content on instagram.com/433 8 million followers, this is how your pushnotification will look like.. ☕

Posted by Demy de Zeeuw on Domenica 10 gennaio 2016

Posted by Demy de Zeeuw on Domenica 10 gennaio 2016

Immaginate di essere famosi, ma proprio tanto.  Stile Beyoncé o Kim Kardashian. La vostra vita sempre sotto i riflettori, ogni vostra mossa è un epic win e siete ammirati da tutti. Di conseguenza, avete l’account ufficiale su ogni tipo di social. Prendete Instagram per esempio e fingete che invece di dover fare i salti mortali con gli hashtag e i filtri per superare la manciata di cuoricini, ogni vostro post raggiungesse i 200 mila like così, con facilità.

 

giphy-40 giphy - Cosa ci vuole?

 

È quello che succede a Demy De Zeeuw, l’admin dell’account 433, che condivide foto di calcio in tutto il mondo. Ha ben 8 milioni di follower e ogni foto fa il pienone di cuoricini.

Se per caso però Demy avesse l’iPhone e per puro spirito sportivo avesse attivato le notifiche push, la sua vita sarebbe rovinata: ogni interazione sul profilo di Instagram, infatti, provocherebbe una notifica nella schermata principale del suo iPhone. Il risultato l’avete visto nel video in apertura e a noi ha ricordato subito un’altra immagine.

 

tumblr_lstbslOSFm1qd5bcwo1_500 tumblr - Grazie, notifiche push

 

Il video che ha postato su Facebook mostra cosa diventerebbe il suo iPhone dopo aver postato una foto su 433. Tutti i millemila like e commenti vengono segnalati sullo schermo, che diventa una sorta di computer di Matrix, la cui visione prolungata fa perdere la testa.

Vi chiederete: ma perché Beyoncé? Perché il nostro amico Demy ha 8 milioni di follower, lei ne ha più di 56 milioni. Roba da impazzire veramente.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >