Society
di Simone Stefanini 11 Luglio 2014

Abito al mare e odio i turisti: ecco perché

Non tutti, solo quelli che non ci rispettano.

saluti-riccione

 

Ma se noi ragazzi di provincia vi promettiamo di non vagare più come scimmie urlatrici con gli zaini Invicta davanti alla Mole (al David, al Duomo o al Colosseo), oppure di non guidare ai 10 all’ora in tangenziale mentre voi uscite da lavoro, voi di città, quando venite al mare, ci promettete di far meno gli stronzi? Davvero, poche cose favorirebbero l’amicizia tra indigeni ed invasori.

Tipo, i camper, metteteli nel parcheggio dei camper, non dove vi pare. Forse non ci avete mai pensato, ma è come se io domani mattina venissi davanti a casa vostra, vi piazzassi lì un container e iniziassi a mangiare, dormire, cagare, lavarmi a due metri dalla vostra finestra. Voi chiamereste i carabinieri, noi dobbiamo pure ringraziarvi. E poi portatela vostra moglie a cena fuori una sera, perdio.

 

cecina

 

Che problema avete con la spiaggia libera? Chi prima arriva prima alloggia. Non è che se ci lasciate l’ombrellone per un mese diventa vostra per usufrutto. Costruzioni balneari che fanno invidia al Circo Togni, capanne di rami d’albero che sembra di entrare a Carcosa, semplicemente non potete farle. Sulla spiaggia libera vige il “Tutti insieme appassionatamente”, altrimenti prendete l’ombrellone in un bagno privato e se qualcosa non va, potete portarci tutti a Forum.

 

lignano

 

Il bagnino ne sa più di voi. Se vede onde da tsunami, vento che trasforma i vostri figli piccoli in aquiloni e fulmini che farebbero paura ai Fantastici 4, issa bandiera rossa. Dai, il semaforo lo conoscete: rosso = no. Se vi sentite Rosolino e decidete di fare il bagno, potrebbero essere cazzi vostri. Invece state pure mettendo a repentaglio la vita di un lavoratore stagionale a causa della vostra stronzissima sindrome di Highlander.

 

silvi marina

 

La casa per le vacanze è vostra, nessuno ve la tocca. Ma se l’avete presa in centro di una località balneare per poi lamentarvi del baccano, siete un po’ sfigati. Per l’isolamento, andate in Tibet, su. Dove sto io c’è un’associazione anti rumore capitanata da un ottantenne tedesco. Ma cazzo, hai sentito le bombe, ti possono dare fastidio un dj set e due mojito? Pensate a noi che tocca sorbirci da una vita le animazioni in piscina a base di Lambada, Bomba (un movimento sexy), Il coccodrillo come fa e gli Aventura, perchè se non fate i balli di gruppo poi non dormite la sera.

 

elba

 

Al bar “da Gino”, di fronte ad una coda chilometrica, il vostro marocchino semifreddo in tazza grande al vetro con contorsionismi decorativi di schiuma in stile gatto giapponese, potrebbe diventare un caffè macchiato no? A parte che Gino, le decorazioni non le sa fare e quando ci prova i bambini a quella vista piangono, ma poi dai, siete in vacanza in provincia perchè spendete meno, dovete proprio fare gli yuppies da operetta dei Vanzina?

 

milanomarittima

 

L’ultima: io le puntate di Sepolti in casa le ho viste tutte e voi non c’eravate. Dunque dopo aver consumato pranzi al sacco degni degli antichi romani, vi comunico che anche noi abbiamo gli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti e no, non si chiamano mare, pineta o strada. Sono uguali a quelli nelle vostre città. Incredibile, non è vero? Mangiate meno e godetevi il mare, che oggi c’è bonaccia.

 

bonaccia

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >