Society
di Elisabetta Limone 5 Maggio 2019

Perché le carte prepagate possono aiutare nell’acquisto di carburante?

Perché le carte prepagate possono aiutare nell’aquisto di carburante?

Dal 1 Luglio 2019 nel nostro paese sono entrate in vigore le nuove normative che regolamentano l’acquisto di carburante per professionisti e aziende. Da questa data, per poter avere accesso alle detrazioni IVA previste, è necessario pagare i rifornimenti ai distributori con mezzi di pagamento tracciabili, chiedendo al benzinaio l’emissione della fattura elettronica.

L’indicazione dei mezzi di pagamento tracciabili ha lo scopo di combattere la piaga dell’evasione fiscale e permettere all’Agenzia delle Entrate di eseguire controlli sui flussi di denaro per verificarne la correttezza e trasparenza. Bisognerà quindi utilizzare carte di credito, carte prepagate, assegni e bonifici, ma anche vari circuiti di pagamento elettronico considerati validi dall’Agenzia.

Il passaggio al nuovo sistema potrebbe essere per alcuni un po’ confusionario, almeno nei primi tempi. Di sicuro, però, la digitalizzazione del processo di fatturazione comporta diversi vantaggi: si sveltisce l’emissione delle fatture (che possono essere messe tramite software appositi), e se ne migliora la sicurezza e l’efficacia grazie al controllo effettuato dall’SdI che fa da snodo fra acquirente e prestatore d’opera. Il tutto, naturalmente, facendo risparmiare tempo e denaro alle aziende ai professionisti, che dovranno investire sempre meno risorse e ore lavorative per le attività di rendicontazione, che finalmente smettono di essere “manuali” per passare in tutto e per tutto al mondo del digitale.

Le fatture elettroniche che si riferiscono ai rifornimenti hanno un come codice articolo la sigla CARB (carburanti). I gestionali di fatturazione elettronica permettono quindi di selezionarle facilmente e filtrarle con pochi clic, in modo da averle facilmente sotto mano in caso di bisogno. Inoltre, ciascuna dovrà avere specificato al proprio interno la targa del veicolo a cui si riferisce.

Se per le piccole attività la gestione di questi documenti non costituisce un problema, per le aziende con un’ampia flotta di veicoli e diversi dipendenti è consigliabile dotarsi di strumenti che possono ulteriormente semplificare la rendicontazione. Le carte prepagate ad esempio possono essere un validissimo aiuto.

Una carta prepagata non è tanto diversa da una carta di credito, e permette di effettuare lo stesso tipo di operazioni senza quasi nessuna eccezione. La differenza è che, se una carta di credito attinge a un conto corrente specifico, il denaro disponibile su una prepagata è quello “caricato” (tramite internet, tabacchi, banche o ATM) dal proprietario. Usando una prepagata si può fornire al distributore tutti i dati necessari per la fatturazione. E’ possibile collegare ciascuna carta a un determinato veicolo tramite la targa, così da registrare facilmente tutte le fatture per i rifornimenti.

Usandole l’azienda può non solo impostare dei limiti di budget, ma anche snellire l’iter di rimborso spese per i propri dipendenti. Fornendo le carte prepagate per le trasferte lavorative basta poco per tenere traccia di tutti gli acquisti, e quindi rimborsare le cifre dovute direttamente in busta paga.

Tenendo conto delle nuove regole per fare rifornimento di carburante, indubbiamente le carte prepagate sono la migliore soluzione per aziende e possessori di partita IVA per semplificare la rendicontazione di spese e rimborsi. Richiedere a attivare una carta prepagata per l’acquisto di carburante è un processo veloce e semplice. Basta fornire i propri dati online per vedersela recapitata in poco tempo. Inoltre, la carte prepagate come la carta Soldo sono utilizzabili in qualsiasi distributore di benzina. Si evita così uno dei problemi maggiori delle carte carburante monomarca, che possono venire sfruttate solo nei distributori di una determinata catena.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >