Society
di Simone Stefanini 1 Marzo 2017

Le apparizioni della Madonna di Medjugorje sono false, lo dice il vescovo di Mostar

Il vescovo della giurisdizione di Medjugorje non ha mai creduto alle apparizioni della Madonna ai veggenti

 206 tours

 

Quanto è difficile conservare le sicurezze in questo mondo moderno. Uno va a letto con tutte le certezze di questo mondo e si risveglia con l’annuncio del vescovo di Mostar che dice in soldoni che le apparizioni della Madonna di Medjugorje non sono vere. Capite che per noi amanti del soprannaturale, è uno shock pari a quello dei bambini quando gli dici che Babbo Natale non esiste.

Ricordiamo ai fedeli alla lettura che Mostar è la giurisdizione in cui si trova la cittadina di Medjugorje e che il monsignor Ratko Peric è da sempre contrario a riconoscere qualsiasi credibilità al fenomeno, andando anche contro alla commissione istituita dall’ex Papa Benedetto XVI e guidata dal Cardinale Ruini, che aveva invece attribuito elementi di soprannaturalità alla questione, poi tenuta a bada e declassata da Papa Francesco all’ipotesi solo dei primi giorni. Un po’ come a dire: magari la Madonna è davvero apparsa ai veggenti la prima volta, ma di certo poi c’hanno marciato sopra.

 

Monsignor Ratko Peric eccoituoibambini - Monsignor Ratko Peric

 

La Madonna di Medjugorje è apparsa per la prima volta il 24 giugno del 1981 a sei veggenti e in seguito si è insignita anche di un titolo nobiliare, “Regina della Pace”, con la quale è ad oggi venerata. Un titolo abbastanza fallace, visti i conflitti nel mondo, ma per quello c’è un motivo: la Madonna infatti ha detto al suo ufficio stampa presso Mostar che ci sono 5 soli modi per conquistare la pace, interiore o mondiale che sia: Rosario quotidiano, digiuno il mercoledì e il venerdì, lettura quotidiana della Bibbia, confessione una volta al mese minimo, Eucarestia meglio se tutti i giorni.

Nessun accenno alla solidarietà, all’accoglienza dei profughi, ai fondi stanziati per gli armamenti, niente. Solo qualche pratica rituale cattolica e la coscienza è salva. Addirittura, nel messaggio del 28 febbraio 1984, la Madonna avrebbe detto: “Non preoccupatevi per il futuro. Limitatevi a pregare e io, vostra Madre, mi prenderò cura di tutto il resto”. Sarà pure un pensiero blasfemo ma una Madonna così siamo felici che non esista.

 

Come riporta La Stampa, alla vigilia dell’arrivo dell’inviato di Papa Francesco, Monsignor Peric nega l’apparizione della Madonna a Medjugorje e caldeggia l’applicazione delle seguenti formule: presunti messaggi, sedicenti veggenti, preteso segno visibile e cosiddetti segreti.

Il vescovo di Mostar ritiene che, sulla base delle registrazioni dei colloqui dei primi giorni, la Madonna da loro raccontata è una figura ambigua, che si comporta in modo del tutto diverso dalla Madonna nelle altre apparizioni riconosciute dalla Chiesa: ride in maniera strana, obbedisce ai veggenti seppur controvoglia, non parla per prima e si fa addirittura toccare. Anche la data dell’anniversario dell’apparizione, secondo il vescovo è falsa.

 

 dolcesentire

 

Ora, non è che vogliamo gettare discredito anche su Lourdes, Fatima e sulle altre 13 apparizioni ritenute attendibili dalla Chiesa, ma com’è che in questi sacri luoghi ci nasce sempre un business esagerato sulla pelle dei pellegrini?

Una tesi di laurea ha calcolato in 11 miliardi di euro il fatturato legato alle apparizioni della Madonna a Medjugorje. È una banalità pensare a quanto avrebbero fatto comodo quei soldi per la ricerca contro le malattie, per la ricostruzione nelle zone terremotate o nei luoghi devastati dalla guerra. Una banalità pesante, però.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >