Society
di Simone Stefanini 12 Ottobre 2016

Le strane affinità tra l’arresto di Fabrizio Corona e i racconti di Edgar Allan Poe

Il malfattore diventa paranoico e si fa scoprire, proprio come nei racconti di Poe

poe-corona il secoloxix

 

Ormai lo sanno anche i muri e soprattutto i controsoffitti: Fabrizio Corona è stato rispedito in carcere, in arresto perché secondo gli inquirenti avrebbe nascosto un tesoro di 1,7 milioni di euro al fisco dentro un controsoffitto, murandoli al suo interno. Insieme a lui, in manette anche la sua collaboratrice e prestanome Francesca Persi, che gli faceva da manager procacciandogli le date nei locali.

Dalle carte del suo arresto, come riportato dal Corriere della Sera, si evince una particolarità che subito mi ha portato alla mente alcuni racconti Edgar Alla Poe in cui è il criminale a diventare paranoico e, più o meno inconsciamente,  a svelare agli inquirenti la soluzione del giallo.

Secondo la ricostruzione infatti, a fine agosto la Persi chiama Corona dicendogli che i ladri le sono entrati in casa armati di piccone e hanno spaccato tutto, Lui inizia a incalzarla con le domande, sempre più nervose: “L’hanno preso? Hanno spaccato i muri?” . Lei tenta invano di rassicurarlo. “Giura!” insiste Corona.

La telefonata però è stata ascoltata dalla Procura di Milano, che aveva posto il suo telefono sotto intercettazione dopo che il 16 agosto, l’ex re dei paparazzi si era ritrovato una bomba carta sotto casa. Gli inquirenti vogliono vederci chiaro, non riescono a capire perché Corona sia diventato vittima di una possibile estorsione dal 50.000 €. Vittima finché non si è incastrato da solo. Secondo gli investigatori, oltre ai 1,7 milioni di euro, ci sarebbero altri conti sospetti in Austria, in cui la Persi ha portato i contanti durante numerosi viaggi oltre confine. Fine della storia, Corona sembra a tutti gli effetti essere un bandito professionista che ha utilizzato i suoi giorni fuori dal carcere per delinquere.

the_tell__tale_heart_by_lookalivezombie-d4gonj2 deviantart

Eppure quella telefonata, quella domanda didascalica “L’hanno preso? Hanno spaccato i muri?” sembra davvero la confessione dell’anonimo protagonista de Il cuore rivelatore di Poe. Vi ricordate?  Il protagonista uccide il vecchio avvocato con cui divide la casa perché terrorizzato dal suo occhio morto, vitreo, che lo guardava sempre. Dopo averlo ammazzato, lo fa a pezzi e lo nasconde sotto le tavole del pavimento. Qualcuno però sente le grida del vecchio e chiama la polizia. L’assassino, convinto di non essere scoperto, dice agli inquirenti che il vecchio è in viaggio e che  le urla erano dovute a un incubo. I poliziotti se ne stanno per andare quando a lui sembra di sentire il battito del cuore provenire dal pavimento e impazzito urla “Confesso ogni cosa. Ma togliete, togliete quelle tavole, scoperchiate l’impiantito! È là. È là sotto! È il battito del suo terribile cuore!”

Sembra quasi che Corona si sia lasciato ispirare anche da Il Gatto nero, uno dei più famosi racconti di Poe che nel 1843 scriveva di un assassino paranoico che uccide la moglie, colto da un raptus mentre lei tenta di difendere il loro gatto, che l’uomo vuol punire. In seguito mura il cadavere della moglie in cantina e quando arriva la polizia, tranquillo del suo nascondiglio li lascia ispezionare la casa. “Signori, sono lieto di aver placato i vostri sospetti. Auguro a tutti voi buona salute, e un po’ più di cortesia. Tra parentesi, signori miei, questa è una casa molto ben costruita, potrei anzi dire costruita in modo eccellente. Questi muri ‐ ve ne andate, signori? ‐ questi muri sono solidamente fabbricati” dice alla polizia, picchiando col bastone sul muro che nascondeva il cadavere. Il gatto, murato vivo per errore insieme alla moglie, emette un lamento e lo fa scoprire.

 

alphonse-legros alphonse legros

 

La morale non è quella che non si scappa dalla legge, bensì quella che se ti hanno già preso, probabilmente non si fidano di te e ti stanno col fiato sul collo aspettando una mossa falsa. “L’hanno preso? Hanno spaccato i muri?” ha condannato Corona e la Persi al carcere, e come direbbe Poe:

Essi udivano, essi sospettavano, essi sapevano, eppure si divertivano allo spettacolo del mio terrore, così almeno mi parve e lo credo tuttavia. Ma ogni cosa sarebbe stata da preferirsi a quella orribile derisione. Io non mi sentivo, ormai, di sopportare oltre quelle loro ipocrite risa. Sentii che dovevo gridare o morire.”

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >