Society
di Gabriele Ferraresi 17 Febbraio 2016

Quel genio del signor Bialetti, cremato e tumulato in una moka

Breve storia dell’omino coi baffi, cui dobbiamo e dovremo dire sempre grazie per svegliarci ogni mattina

La moka dentro la quale è stato inserito - una volta cremato - Renato Bialetti, scomparso a 93 anni in Svizzera, ad Ascona La Stampa - La moka dentro la quale è stato inserito – una volta cremato – Renato Bialetti, scomparso a 93 anni in Svizzera, ad Ascona

Il funerale di Renato Bialetti, l’uomo che ha fatto della moka un simbolo globale del caffè, deve essere stato veramente interessante. Per quanto possa esserlo un funerale, certo, ma soprattutto perché Bialetti è stato prima cremato, poi le sue ceneri sono state messe al posto del caffè all’interno di una sua gigantesca moka.

Un genio totale e fino in fondo: a modo suo un uomo prodotto, fino all’ultimo.

 

 

Bialetti, scomparso a 93 anni, è stato davvero un personaggio straordinario: era nato a Montebuglio, frazione di Casale Corte Cerro, un paesino in Piemonte, a metà strada tra Gravellona Toce e Omegna.

Le donne del paese avevano ispirato il padre per l’invenzione della moka, negli anni trenta del secolo scorso. Il modo in cui lavavano i panni fu la scintilla da cui i Bialetti riuscirono a vendere centinaia di milioni di caffettiere in tutto il mondo. Lo raccontava in un’intervista la sorella di Renato, Tina Bialetti, che galeotta fu la lessiveuse:D. Lessiveuse? Che relazione ha con la Moka Express? R. La ”lessiveuse” è un grande mastello con un camino centrale forato. In questo recipiente si metteva l’acqua, la cenere e il sapone. Negli anni trenta era usato per fare il bucato. Sotto la lessiveuse veniva acceso il fuoco alimentato dalla legna. L’acqua in ebollizione saliva lungo il camino forato e scendeva a pioggia sui panni che erano in ammollo”. Leggetela quell’intervista, e arrivate fino al punto in cui Renato vuole comprarsi la Mercedes e lo scambiano per l’autista, che vale la pena.

Se il padre Alfonso Bialetti la inventa, è Renato che la moka riesce a portarla in tutto il mondo: anche spinta dalla pubblicità, e in Italia, da Carosello, dove l’omino coi baffi – ispirato proprio al baffuto Renato – spopola tra grandi e piccini.

 

Un imprenditore d’altri tempi, da ricordare in un aneddoto, ricordato da Vincenzo Amato su La Stampa, che tempo fa gli domandava sull’autenticità di un incontro con l’armatore Aristotele Onassis, decisivo per una leggendaria vendita. Bialetti rispose: “Sì, tutto vero. Mi trovavo in albergo con clienti francesi e allora la caffettiera per loro era quasi una novità. Erano perplessi e dubbiosi e temevo di non riuscire a concludere la vendita. In quel momento passò fianco a noi Aristotele Onassis: andava in bagno; presi il coraggio a due mani e lo seguii. Dissi: “Sono un giovane imprenditore italiano, mi dia una mano, lei che ha cominciato dal nulla come me. Quando rientra nella hall dica che usa una mia caffettiera; mi serve per fare colpo su questi riottosi clienti. Tornai, convinto e rassegnato che Onassis avrebbe tirato dritto. Invece avvenne il miarcolo. Onassis, fingendo di vedermi all’ultimo istante, tornò indietro, mi diede una pacca sulle spalle e disse: Renato, come va? Ma sai che non ho mai bevuto un caffè buono come quella della tua caffettiera? Sì, andò proprio così“.
Altri tempi davvero.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >