Society
di Simone Stefanini 29 Dicembre 2014

Il Capodanno mi mette ansia

Cosa fai a Capodanno?

C’è poco da fare: le feste comandate mi buttano giù. Sarà perché i figli unici sono di per sé inclini alla depressione, che di questi tempi si ripresenta con l’IVA al 22%, in ogni caso, le mie vacanze di Natale non sono mai vanziniane.

Tipo: la cena di Natale in famiglia, ok. A casa mia siamo in quattro, babbo, mamma, nonna e io, si fa anche presto. Il pranzo di Natale in famiglia: sempre i soliti quattro, avanzi, alcol. Santo Stefano in famiglia: di nuovo in quattro, facce assenti, dubbi di varia natura, tra cui il motivo dei festeggiamenti. Non appena finita la combo 25-26, inizia a serpeggiare quell’oscura domanda che ormai si fa solo a denti stretti, con la vacuità negli occhi e toccando anche un po’ ferro, per via della possibile fuga di malocchio che si sprigiona naturalmente una volta pronunciata la formula magica: “Cosa fai a Capodanno?”

Io di Capodanni brutti ne ho fatti davvero tanti e altrettanti non me li ricordo nemmeno, quest’anno viene pure di mercoledì, quindi la migliore delle opzioni sarebbe “sticazzi, giorno come un altro” e via. Ma non è mai così. Il 31 dicembre si veste di tutte le aspettative che possano redimere “i fallimenti che per tua natura normalmente hai attirato” per dirla con Battiato, durante tutto l’anno. La notte più importante di tutte le notti, la festa che non finisce mai.

Io nel tempo ho sviluppato la teoria secondo la quale tanto più il Capodanno è organizzato, studiato, elaborato e divertente, tanto più l’anno conseguente sarà una merda colossale. Lo so perché l’anno scorso mi sono divertito e l’arroganza di quel gesto l’ho ripagata durante tutto un anno di sfighe puntualissime e micidiali. D’altro canto, mi ricordo l’anno in cui il mio Capodanno raggiunse i cancelli dell’Inferno: immagina una festa in casa a Bologna, conosci qualcuno ma proprio pochi, bevi come un irlandese ricoperto di pannelli solari e poi, ma tipo alle 11 e 20, ti viene da vomitare fortissimo. Ecco,  in preda alle visioni decido di tornare a casa mia, che dista mezza città dall’evento. Dopo la traversata, entro, trovo la tipa che mi piace da sempre e che è fortuitamente mia coinquilina con uno a limonare duro, mi scuso per essere nato, vado a vomitare in bagno e torno in macchina. Resto in coda tra i caroselli e tra le bombe carta, riesco a tornare alla festa dopo tipo un’ora, tre quarti della gente era già andata a ballare facendo perdere ogni traccia, tra cui tutti i miei amici. Mi sono svegliato l’1 mattina dopo aver dormito in terra vestito, tra le bottiglie vuote, le sigarette e, nel cuore, Il Nulla della Storia Infinita. Oh, però quell’anno poi fu soddisfacente. Il trucco è quello di raggiungere il punto massimo di delusioni possibili, nel momento in cui dovresti essere felicissimo. Dopo, ti sembrerà tutto una passeggiata di salute. È una cosa da zen di provincia, garantito che funziona.

 

Se anche voi soffrite della sindrome “faccio finta che non me ne freghi niente di Capodanno ma in realtà muoio dentro” sappiate che non siete soli. Trovate quelli come voi, guardateli negli occhi e tirate fuori tutto il vostro dolore. Andate a cena insieme, sparate le miccette, recatevi nei luoghi affollati coi cappellini buffi in testa, fàtelo quel cazzo di trenino, andate a vedere i Subsonica in piazza, o i Pooh se vi piacciono di più. Entrate nei club e se il dj mette “Heroes” di Bowie,  piangete tutti i liquidi che avete in corpo, così poi potrete bere di più. Trovate l’amore, dichiaratevi ed arrivate in seconda base, poi guardate l’alba insieme mano nella mano e promettetevi tutto. Oppure scendete dall’Unicorno e preparatevi ad affrontare il Capodanno vero, tenendo presente la teoria di cui sopra.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >