La campagna di crowdfunding per pagare il debito greco

È stata lanciata ieri e viaggia spedita, ma non si schioda dallo 0% del totale.

Society
di Marco Villa facebook 30 giugno 2015 11:38
La campagna di crowdfunding per pagare il debito greco

Schermata 2015-06-30 alle 12.34.20

Giornate tesissime in Europa, in attesa del referendum con cui domenica 5 luglio il popolo greco deciderà se accettare o meno le richieste dell’Unione Europea sul debito accumulato nel corso degli anni.

In questi giorni i sostenitori del no alle proposte europee hanno riempito le piazze: se questa tendenza fosse confermata, la Grecia e l’Unione Europea dovrebbero trovare una nuova strada per risolvere la questione debito, perché in qualche modo andrà risolta.

Ecco allora la grande idea: se non può essere risolta dall’alto, magari può essere risolta dal basso.

E allora cosa di meglio di un bel crowdfunding? Esatto: un crowdfunding da un miliardo e seicento milioni di euro, lanciato su Indiegogo con scadenza a sette giorni.

La campagna è stata lanciata da un 29enne inglese, che ricorda come ai 500milioni di europei in fondo basterebbero pochi euro a testa per aiutare la Grecia a pagare una tranche di debito. Lui ci crede tantissimo o almeno finge di farlo. Una cosa è certa: la campagna è presentata come una cosa seria e non come una presa in giro.

Tutti possono fare donazioni, ricevendo in cambio ricompense tipo cartoline di Tsipras e prodotti tipici greci. Nel momento in cui scriviamo, oltre duemila persone hanno effettuato donazioni, superando così i 30mila euro di raccolta, ma la somma cresce di secondo in secondo. Certo: la percentuale è sempre inchiodata allo 0%. E difficilmente si muoverà da lì.

Caro Tsipras, a occhio ti conviene trovare un’altra strada…

COSA NE PENSI? (Sii gentile)