Society
di Dicci Di Più 11 Dicembre 2015

Donald Trump vuole chiudere l’internet, il figlio di Kanye West e tutti i deliri della settimana

Dicci di + ci racconta tutto il peggio degli ultimi sette giorni

trump Business Insider - Donald Trump un attimo prima di schiacciare il pulsante che spegne l’internet

 

Rieccovi collegati a DCD+, la community che raccoglie il meglio e il peggio, niente mezze misure. Anche questa settimana siamo con voi a parlare di grandi uomini, illustri personaggi dalle idee forti e sconosciuti con qualcosa da dire, le coppie dello spettacolo sulla cresta dell’onda e gli eterni solitari dalla voce grossa. Non può mancare il Natale, l’aria di festa che arriva con le sue decorazioni bizzarre e la calda atmosfera. Ma basta anticipazioni, entrate nel vivo della top ten assieme a noi:

Dopo la nascita della piccola North West non sono mancate battute e speculazioni sul nome del secondogenito di Kanye West e Kim Kardashian. South West era certamente il più gettonato, qualcuno ha sperato in West West o addirittura in Far West, per non parlare di Wild Wild West. E invece, per dare un tocco giubilare e sacro, al figlio, Kanye e Kim si sono buttati su un più banale Saint. Le quotazioni per God e Jesus, in caso di un altro figlio maschio, a questo punto si impennano.

WEST

 

Noel sa sempre come dire di più fuori dal coro. Tra i pochi a parlare bene di Kanye West dopo l’ira dei tradizionalisti che ne avevano contestato la chiamata a headliner per l’ultimo Glastonbury, Noel sembra aver già superato la fase buonista. E così dice quello che tutti pensano, ma non hanno il coraggio di dire, sul tormentone Adele, lapidario: “cheesy music for fucking grannies”. Noel, a te non c’è bisogno di chiederlo, ma continua sempre a dirci di più, per favore.

NOEL

 

Che ce ne frega della libertà se abbiamo i big money? Probabilmente alterato per l’uso di Youporn con una 56k, il bomber Trump ci dice di più con ‘sta perla. Un po’ come dire: ”Basta repubblicani, alimentano gli imbecilli”. Con lui la Statua Della Libertà sarà imbavagliata. Sapevatelo.”

TRUMP

 

 

“Tieni per te le tue paure, ma condividi con gli altri il tuo coraggio.” R.L. Stevenson. Non possiamo esimerci dall’indossare un cappello appositamente per il gusto di toglierlo di fronte a un uomo di questo spessore. Insegnaci a vivere in quest’epoca ingrata.

ISIS

 

Ed è proprio quando abbassiamo la guardia che il pericolo riemerge dal passato. Ci eravamo quasi scordati della sua esistenza, ed eccolo lì con espressione beata, sognando chissà quale intrigante maglioncino di pecora per questo caldo Natale. Stampatelo per fare gli auguri ai vostri cari.

RUBIO

 

Anche il nostro bomberone la guardia non l’ha mai abbassata. Bentornato in città, amico.

DICK

 

 

Disgusto & Paura alla Scala. Daniela Santanchè si è presentata con un bellissimo abito color travaso di bile, che fa pendant con la sua linguaccia biforcuta, mentre Sallusti è riuscito incredibilmente a far terrore anche con un normalissimo smoking.

SANTANCHE

 

La Rubrica DCD+ per questo Natale non vi lascia senza sfiziosi spunti neppure per quel che concerne l’albero.Unite anche voi la fede alla passione per il grande intrattenimento televisivo, quell’arte tutta italiana che coniuga recitazione da Teatro e trame avvincenti. Don Matteo uno di noi, pronto a illuminare le feste con quel tocco di classe che stavate cercando.

DON MATTEO

 

Chiudiamo la nostra carrellata di notizie ricordandovi che è iniziato il Giubileo.

JADORE

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >