Society
di Simone Stefanini 14 Settembre 2015

Gli italiani vanno pazzi per Emily Ratajkowski. Pure troppo

Il meglio dei commenti beceri postati dagli italiani sulle pagine social di Emily Ratajkowski

Emily Ratajkowski Italia 14 Peeperz.com - Emily Ratajkowski © Terry Richardson

 

Che Emily Ratajkowski, detta anche Emily  Ctrl-V per via del suo cognome impronunciabile sia idolatrata solo in Italia, come già successe per Megan Gale, testimonial Vodafone e attrice richiestissima nel nostro paese e praticamente sconosciuta altrove, oppure per Heather Parisi, una delle icone italiane anni ’80 per eccellenza?

In realtà no, perché la modella/attrice è ben conosciuta in tutto il mondo e ha già messo in curriculum la partecipazione a un film come  “L’amore bugiardo – Gone Girl” di David Fincher (2014) e un ruolo da protagonista in “We are your friends” di Max Joseph, comedy teen con Zach Efron che ha recentemente messo a segno uno dei peggiori esordi al box office.

Quindi è famosa anche all’estero, ma il fatto è che il pubblico italiano sembra sia particolarmente interessato a lei. Basta vedere il dato di Google Trends per rendersi conto che il nostro paese è quello che compie più ricerche online di articoli a lei dedicati.

 

Emily Ratajkowski Italia 15 Google Trends - Campioni del Mondo

 

Una passione che è stata alimentata quest’estate, dalla vacanza di Emily nel nostro paese, con conseguente spargimento di selfie ad uso e consumo dei più eccitabili, che ha dato vita a un’escalation di commenti volgari travestiti da battuta.

 

emily ratajkowski instagram foto italia Emily Ratajkowski Instagram - Emily si fotografa con alcuni bomber italiani

 

C’è di più: sotto le foto Emily Ratajkowski, oltre ai commenti in italiano e in inglese, ci sono anche commenti in italiese, un misto di italiano e inglese. Il termine italiese è stato coniato nel 1975 da Gianrenzo Clivio, per descrivere quella lingua ibrida che parlavano gli immigrati italiani che non conoscevano la nuova lingua: in questo caso, ovviamente, si tratta di un italiese forzato e usato in modo ironico.

Prendiamo l’ultima foto postata da Emily sulla sua pagina Facebook: di 451 commenti, circa 400 commenti  provengono da utenti italiani che commentano in italiese o postano meme. Ed è così per tutte le foto che posta.

 

Emily Ratajkowski Italia 17 Emily Ratajowski Facebook - Dato statistico, di 10 commenti, solo uno non è italiano

 

Nei commenti sotto le foto sexy di Emily Rata, l’italiese viene declinato al volgare, nel senso che il più delle volte sono commenti espliciti di tipi che ci stanno a provà, anche solo per essere citati nelle pagine Facebook ad hoc come Commenti Memorabili o la totalmente dedicata I migliori commenti a Emily Ratajkowski, delle quali vi forniamo degli esempi esplicativi:

 

emily ratajkowski italia 1 Commenti Memorabili - Insomm, call me when you are free.

 

 

Emily Ratajkowski Italia 3 I migliori commenti a Emily Ratajkowski - Sei così figa che stai insegnando l’inglese agli italiani.

 

 

Emily Ratajkowski Italia 4 I Migliori Commenti a Emily Ratajkowski - Emily tu unified Italy more che Garibaldi

 

Tuttavia la lamentela più grande rimane quella in cui il folto pubblico di umoristi nostrani fa notare alla modella che da molto tempo, ormai non si mostra più nuda, ovvero non esce più le tette.  C’è pure l’irrinunciabile hashtag #escileminne

 

Emily Ratajkowski Italia 6 Emily Ratajkowski official page - Una dolce poesia-meme trovata tra i commenti sulla pagina di Emily.

 

Emily Ratajkowski Italia 7 Reddit - Due utenti di Reddit parlano dell’annoso problema.

 

Chiaro, c’è da dire che la maggior parte di questi commentatori ha conosciuto Emily in versione denudata nel video di Robin Thicke “Blurred Lines”, con cui ha fatto perdere il senno a milioni di persone nel mondo

 

Immagine che molti hanno rinforzato andando a cercare sue foto tra le pieghe del Fappening, il clamoroso leak di foto sue e di molte altre attrici e modelle, che portò un anno fa alla diffusione online di migliaia di foto private e di cui abbiamo un castigato benché mozzafiato contributo:

 

Emily Ratajkowski Italia 12  Abbiamo censurato alcune parti sensibili per non turbarvi

 

Fin qui potrebbe anche sembrare innocuo e divertente ma se vi fate un giro sulla pagina di Emily Ctrl-V, vi renderete conto che sistematicamente ad ogni foto ci sono due o più commenti triviali italiesi in testa e scommettiamo che né la modella, né la sua agenzia siano al settimo cielo. Una cosa che poteva anche essere divertente, se portata avanti per poco tempo e senza esagerare con la volgarità. Qui però si è andati un po’ oltre. Come per le battute sui Marò o il cinismo applicato sistematicamente ad ogni morto famoso. Avete un account Facebook, quindi sapete di cosa stiamo parlando.

 

Leave Emily Alone!

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >