Society
di Simone Stefanini 21 Settembre 2016

Fertility Day: dopo le cartoline sessiste arriva il manifesto razzista

Non ci credevamo finché non l’abbiamo visto uscire dal sito del Ministero della Salute

fertility-day salute.gov.it - Un nero, una cattiva ragazza, qualcuno coi capelli afro, uno a caso collassato

 

Non ci si crede. Domani sarà il Fertility Day, il giorno in cui s’invita gli italiani a procreareun clamoroso richiamo alle politiche del ventennio fascista, sembra ormai assodato. Prima la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha generato sensi di colpa nella donna con delle cartoline poi ritirate dal sito per manifesta inferiorità intellettuale (ma noi le avevamo salvate per futura memoria), in cui invitava le femmine italiane a muoversi perché il loro corpo sta marcendo senza figliare. Va beh, uno dice avrà capito, mezza Italia le si è voltata contro, sia per il messaggio sia per la bruttezza oggettiva della grafica. Anche Renzi si è smarcato facendo notare che lui non c’entra nulla, in una giostra di scarico di responsabilità tipica della tragica commedia all’italiana.

Oggi ci segnalano questo poster e sulle prime non ci crediamo. Diciamo: dai è una trollata, qualcuno vuole gettare discredito sulla campagna, già ferita dalla prima ondata d’indignazione. E invece no, si trova proprio sul sito del Governo. Ve lo mostriamo nella sua interezza.

14369973_10154070372562987_2911028231428801219_n Ministero della Salute - Non sappiamo più cosa dire.

 

Per fare l’amore e poi creare prole, l’unico requisito sembra sia quello di essere fottutamente ariani, e verosimilmente di fare gli scambi di coppia con consanguinei, come si evince dalla foto su cui campeggia la scritta “Le buone abitudini da promuovere”

Quella sotto, poi, è un’opera d’arte del cattivo gusto, dell’offesa razziale e politica: perché il primo ragazzone che esce fuori dalla foto con un’abbondanza di filtro sepia è uno di colore? Perché la seconda è una cattiva ragazza intenta a fumare uno spinello (come direbbe la Ministra)? E il/la terzo/a perché ha i capelli afro e sta sgonfiando un bong? L’ultimo tipo che sembra Calissano che fa? È collassato? Pippa mentre gli altri fumano? Che fa? E perché questi 4 sono dei cattivi compagni? Solo perché non sono dei buoni camerati? 

È una pubblicità reazionaria, che sarebbe già risultata vecchia e offensiva ai tempi de I ragazzi del muretto (fiction Rai del 1991 con un sacco di spot antidroga e antitutto al suo interno) ma non è del tutto allucinante che venga proposta nel 2016, per fomentare l’odio?

È chiaro che poi domani qualcuno di noi in risposta al Fertility Day faccia lo sciopero dell’amore, pur di non rendersi complice di una nefandezza del genere.

 

EDIT: mezz’ora dopo si scopre che le due immagini sono state prese da siti stock a pagamento, roba tipo nemmeno 10 € a foto. Pure pezzenti.

14448925_10210479674567152_2750823671783037300_n shiterstock

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >