Society
di Simone Stefanini 20 Giugno 2018

Un’estate italiana, i gelati vintage che ci mancano di più

Il Blob, il Winner, il Piedone, i ghiaccioli dei Puffi, il gelato della Pantera Rosa, i disegni di Jacovitti e tanta nostalgia da 300 lire

Di che anno sei? Cosa ti ricordi di quando eri piccolo? Le partite di pallone, i primi amori, sì ok. Ma ancora prima? Riesci a ritornare a quando tua mamma ti sembrava un grattacielo e tu eri Spider Man, appeso a lei e attento a non perderla nemmeno per un secondo, in mezzo a quell’oceano che era la strada? Di quando ti portava a prendere il gelato e tu rimanevi incantato per ore davanti ai cartelloni pubblicitari della Sammontana, della Eldorado, dell’Algida, della Toseroni e di tutte le altre marche di cui ancora non sapevi nemmeno leggere il nome?

Quei colori sgargianti dai quali eri rapito come le farfalle delle lampadine, senza darti pensiero dei coloranti o dei chili di troppo perché eri piccolo e dovevi solo crescere, giocare, sentirti coccolato e stare bene? Ti ricordi delle estati passate coi pantaloncini corti, coi sandalini di gomma e con un gelato sempre in mano? Io sì, ed è strano quanto certi ricordi subaffittino parti della mente e restino come cellule dormienti per decenni, finché ti trovi perso in una ricerca Google a guardare un’immagine che senti tua come una foto di famiglia e in un momento tutto il dimenticato riaffiora. Questa qua sotto:

 

6-gelati-findus-topolino-1280-anno-1980

 

Riesco a ricordarne anche il sapore un po’ farinoso, mezzo sciolto e dolcissimo. Mia nonna lo faceva uscire dal congelatore come fosse una sorpresa e io, che sapevo, rimanevo sorpreso lo stesso. Guardavo quella pianola, la maglietta della Pantera Rosa e impazzivo di bramosia. Amavo da morire anche i disegni di Jacovitti per i gelati della Eldorado, di cui trovavo la pubblicità su Topolino. Erano strani, non li capivo nemmeno ma ne rimanevo affascinato.

 

7-eldorado jacovitti

Cocco_Gelati_1jeb_28_8_C

 

Insomma, quanti anni hai? Io qualcosa degli anni ’70 mi ricordo, ma molto mi sfugge. Certo, mi sarebbe tanto piaciuto dire che mangiavo il gelato di Patty Pravo, la ragazza del Piper. Farebbe molto radical chic, ma io non ho avuto questa fortuna:

 

7342513230_2ec5d39521_b

gelati-Paiper-Algida

 

Questi qui sotto invece me li ricordo benissimo. I ghiaccioli fatti a forma di Puffi, da comprare con trecento lire, oppure il Piedone, o ancora il Calippo Fizz, che creava le bollicine in bocca, o ancora il Gommolo con la chewing gum in mezzo al cono, per perdere del tutto la testa col Winner, il gelato dei miei primi baci, o il Winner Taco che sembra essere tornato per non farti crescere mai.

 

B8g1-3bIYAABWBm

original_golo-puffoghiaccioli

cartelloni-gelati

original_gommolo-gelati-nostalgia-anni-80

10413273_1437457996504131_265437928_n

l_2197_gelati-nostalgia

gelati

golo-conoatomic

original_gommolo-gelati-nostalgia-anni-80 Piedone-Eldorado

 

I cartelloni dei gelati vintage sono ormai diventati capolavori di pop art e su Ebay si trovano ad un bel po’ di soldi, perché hanno quel potere taumaturgico di farti tornare indietro nel tempo, più e meglio di una DeLorean arrugginita. Li guardi e senti la sabbia sulle mani, senti i brividi del primo bagno di stagione, della nuotata e poi la felicità.  Senti anche l’odore delle noiose estati passate in città, alle quali ora guardi con nostalgia, perché il ricordo è fatto apposta per eliminarla, la noia.

Dunque prenditi un po’ di tempo per guardare queste foto, queste pubblicità, alle quali non dovresti cedere con così tanto affetto ma dentro le quali finisci per perderti, in cui rivedi i tuoi amici, la tua famiglia e tutto quello che eri.

Un maledetto figlio del consumismo romantico.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >