Society
di Simone Stefanini 22 Aprile 2015

Gianni Morandi è un signore contro i razzisti di Facebook

Gianni Morandi si dimostra sempre un signore, confutando le tesi razziste dei suoi fan dopo un post solidale verso i migranti

Per la prima volta, dopo un bel po’ di mesi di onorata carriera tra gli idoli di Facebook, Gianni Morandi si scontra col paese reale. E quello, amici cari, non perdona. Il becero chiacchiericcio da bar amplificato all’ennesima potenza dal social che propaga idee, sentimenti e concetti che meglio farebbero a stare chiusi negli esseri umani dai quali sono partoriti.

L’occasione, per il popolo reale è ghiotta: la tragedia dei migranti nel Mediterraneo. Quella su cui sembra obbligatorio doversi esprimere pubblicamente in questi giorni. Il buon Gianni lo ha fatto dal suo profilo, con lo stile e la signorilità che gli si confà:

“21 aprile.  
A proposito di migranti ed emigranti, non dobbiamo mai dimenticare che migliaia e migliaia di italiani, nel secolo scorso, sono partiti dalla loro Patria verso l’America, la Germania, l’Australia, il Canada… con la speranza di trovare lavoro, un futuro migliore per i propri figli, visto che nel loro Paese non riuscivano ad ottenerlo, con le umiliazioni, le angherie, i soprusi e le violenze, che hanno dovuto sopportare! Non è passato poi così tanto tempo…”

Schermata 2015-04-22 alle 16.51.58

Ma lo zoccolo duro dei suoi fan più vicini alle posizioni di Salvini o della Santanchè, stavolta non ha digerito l’affronto. Come osa paragonare noi italiani coi neri che vengono a rubarci il lavoro? Giammai.

Ecco i commenti più gustosi dei razzisti 2.0 e le risposte pacate, gentili e mai offensive di Gianni Morandi, che come al solito mostra il suo lato migliore, confutando le tesi degli indignati a vanvera.

10406852_10205319990613165_8458507464594469773_n

Razzista: Ma che stronzata di paragone è questo… continua a cantare che è meglio!!!
Gianni: Denny, tra un po’ riprendo a cantare, un abbraccio

Razzista: Ma non diciamo minchiate… noi andando lì facevamo la fame nera… altro che albergo a 3 stelle a lamentarsi del cibo…
Gianni: Ma a questa storia che si lamentano del cibo, hai assistito personalmente, Michela?

Razzista: Un tempo si adattavano ad usi e costumi bla bla bla questiora prendono 900 euro al mese
Gianni: Davvero Giuseppe, gli danno 900 euro? Ma sei proprio sicuro?

Razzista: I nostri migranti andavano a lavorare e non a rubare, spacciare e stuprare
Gianni: Barbara, secondo me ci sono i delinquenti e le persone per bene nella stessa percentuale in tutti i popoli del mondo. Un bacio.

Razzista: Si fa presto a parlare col portafoglio pieno caro Gianni. Accoglili nelle tue ville…
Gianni: Cara Flory, ho una sola casa, tutti forse no ma qualcuno di loro potrei accoglierlo.

Razzista: Caro Gianni Morandi non ti facevo così becero. Mi duole darti notizia di come gli italiani bla bla bla…
Gianni: Alessandro, forse queste persone non hanno la possibilità di pagarsi un volo intercontinentale, né il visto e chissà se hanno un passaporto e forse neanche una carta d’identità, perché vengono da paesi in cui c’è la guerra e non c’è possibilità di espatrio. A volte è meglio conoscere bene le situazioni prima di parlare. Un abbraccio.

Sempre dal suo profilo Facebook, Gianni ha appena scritto:

“Forse non mi aspettavo che più della metà di questi messaggi facesse emergere il nostro egoismo, la nostra paura del diverso e anche il nostro razzismo. A parte gli insulti, che sono ormai un’abitudine sulla rete, frasi come “andrei io a bombardare i barconi” o “sono tutti delinquenti e stupratori” oppure “vengono qui solo per farsi mantenere”, mi hanno lasciato senza parole… Magari qualcuno di questi messaggeri, ha famiglia, figli e la domenica va anche a messa. Certamente non ascolta però, le parole di Papa Francesco… “

La chiudiamo qui. Gianni ci ha dimostrato per l’ennesima volta di essere migliore della grande percentuale di noi, con uno stile davvero invidiabile. Scherzi a parte, bravo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >