Society
di Simone Stefanini 22 Aprile 2015

Gianni Morandi è un signore contro i razzisti di Facebook

Gianni Morandi si dimostra sempre un signore, confutando le tesi razziste dei suoi fan dopo un post solidale verso i migranti

Per la prima volta, dopo un bel po’ di mesi di onorata carriera tra gli idoli di Facebook, Gianni Morandi si scontra col paese reale. E quello, amici cari, non perdona. Il becero chiacchiericcio da bar amplificato all’ennesima potenza dal social che propaga idee, sentimenti e concetti che meglio farebbero a stare chiusi negli esseri umani dai quali sono partoriti.

L’occasione, per il popolo reale è ghiotta: la tragedia dei migranti nel Mediterraneo. Quella su cui sembra obbligatorio doversi esprimere pubblicamente in questi giorni. Il buon Gianni lo ha fatto dal suo profilo, con lo stile e la signorilità che gli si confà:

“21 aprile.  
A proposito di migranti ed emigranti, non dobbiamo mai dimenticare che migliaia e migliaia di italiani, nel secolo scorso, sono partiti dalla loro Patria verso l’America, la Germania, l’Australia, il Canada… con la speranza di trovare lavoro, un futuro migliore per i propri figli, visto che nel loro Paese non riuscivano ad ottenerlo, con le umiliazioni, le angherie, i soprusi e le violenze, che hanno dovuto sopportare! Non è passato poi così tanto tempo…”

Schermata 2015-04-22 alle 16.51.58

Ma lo zoccolo duro dei suoi fan più vicini alle posizioni di Salvini o della Santanchè, stavolta non ha digerito l’affronto. Come osa paragonare noi italiani coi neri che vengono a rubarci il lavoro? Giammai.

Ecco i commenti più gustosi dei razzisti 2.0 e le risposte pacate, gentili e mai offensive di Gianni Morandi, che come al solito mostra il suo lato migliore, confutando le tesi degli indignati a vanvera.

10406852_10205319990613165_8458507464594469773_n

Razzista: Ma che stronzata di paragone è questo… continua a cantare che è meglio!!!
Gianni: Denny, tra un po’ riprendo a cantare, un abbraccio

Razzista: Ma non diciamo minchiate… noi andando lì facevamo la fame nera… altro che albergo a 3 stelle a lamentarsi del cibo…
Gianni: Ma a questa storia che si lamentano del cibo, hai assistito personalmente, Michela?

Razzista: Un tempo si adattavano ad usi e costumi bla bla bla questiora prendono 900 euro al mese
Gianni: Davvero Giuseppe, gli danno 900 euro? Ma sei proprio sicuro?

Razzista: I nostri migranti andavano a lavorare e non a rubare, spacciare e stuprare
Gianni: Barbara, secondo me ci sono i delinquenti e le persone per bene nella stessa percentuale in tutti i popoli del mondo. Un bacio.

Razzista: Si fa presto a parlare col portafoglio pieno caro Gianni. Accoglili nelle tue ville…
Gianni: Cara Flory, ho una sola casa, tutti forse no ma qualcuno di loro potrei accoglierlo.

Razzista: Caro Gianni Morandi non ti facevo così becero. Mi duole darti notizia di come gli italiani bla bla bla…
Gianni: Alessandro, forse queste persone non hanno la possibilità di pagarsi un volo intercontinentale, né il visto e chissà se hanno un passaporto e forse neanche una carta d’identità, perché vengono da paesi in cui c’è la guerra e non c’è possibilità di espatrio. A volte è meglio conoscere bene le situazioni prima di parlare. Un abbraccio.

Sempre dal suo profilo Facebook, Gianni ha appena scritto:

“Forse non mi aspettavo che più della metà di questi messaggi facesse emergere il nostro egoismo, la nostra paura del diverso e anche il nostro razzismo. A parte gli insulti, che sono ormai un’abitudine sulla rete, frasi come “andrei io a bombardare i barconi” o “sono tutti delinquenti e stupratori” oppure “vengono qui solo per farsi mantenere”, mi hanno lasciato senza parole… Magari qualcuno di questi messaggeri, ha famiglia, figli e la domenica va anche a messa. Certamente non ascolta però, le parole di Papa Francesco… “

La chiudiamo qui. Gianni ci ha dimostrato per l’ennesima volta di essere migliore della grande percentuale di noi, con uno stile davvero invidiabile. Scherzi a parte, bravo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >