Society
di Chiara Monateri 19 Novembre 2015

Abbiamo intervistato i due artisti italiani che hanno disegnato la collezione di vestiti di Tumblr

Elena Morelli e Luca Mainini hanno trasformato le proprie immagini ed elaborazioni grafiche in abiti

Processed with VSCOcam with hb2 preset  Da sinistra, creazioni di Luca Mainini, Mario Kroes, John Mclaughlin e Andrew Meyers. Foto di Hannah Sider

 

Che cos’è secondo voi Tumblr, nel 2015? Un caos di GIF animate in via d’implosione, un sito tra i tanti, o una piattaforma incompresa che ancora deve trovare il suo modo di esprimersi al meglio?

Il social network, chiaramente in cerca d’identità ormai da lungo tempo, ha deciso di puntare su uno dei suoi topic più forti per molti niche user, l’arte, per lanciare la prima collezione di abiti di Tumblr. Il progetto consta in una capsule collection in collaborazione con gli artisti di maggior successo presenti sulla piattaforma.

L’operazione vuole presidiare il territorio dell’arte sul web, diramandosi anche nel mercato più fertile e proficuo della moda online, usando la cassa di risonanza della New York Fashion Week, durante il quale è stata presentata. Che il progetto si riveli un successo o meno nel lungo periodo, una cosa è certa: Tumblr ha mantenuto uno stile molto fedele alla sua struttura. Gli stessi responsabili di GIF, Sam Cannon, e fotografia, Hannah Sider, sono star della piattaforma e ovviamente molte foto del lookbook non potevano essere che GIF in chiave fashion.

 

paom_14  Gif di Sam Cannon

 

“Wear the Internet” è il claim che l’accompagna e gli artisti selezionati sono Andrew Myers, Mario Kroes, John Karel, John McLaughlin, Lauren Pelc-McArthur, Monica Ramos, Hattie Stewart, Brian Vu e last but not least ben due italiani: Elena Morelli e Luca Mainini.

Poiché viviamo in un paese dalle rarissime opportunità, abbiamo deciso di chiedere direttamente ai nostri connazionali come si diventa un artista del web, le cui opere sono parte di una collezione ispirata a Internet. Domanda piuttosto complicata, soprattutto se si muovono i primi passi come creativi. “Ho 32 anni e ho iniziato a lavorare tre anni fa. Sono stato contattato dalla Braga+Federico [studio di art direction , NdA] che mi ha proposto di creare un video con i miei collage per Excelsior Milano dice Luca del suo esordio. Elena invece racconta di aver iniziato per pura passione una decina d’anni fa, scattando foto ai concerti di musica indie con una piccola compatta (poi diventata una grossa reflex) presa in prestito dai genitori, e definendo la sua scelta dei paesaggi e dell’immergersi nella natura come una delle gioie più naturali di cui si possa godere.

 

Processed with VSCOcam with hb2 preset  Foto di Hannah Sider

 

Entrambi non lasciano dubbi alla propria vocazione: su Tumblr ci sono arrivati per passione, in quanto provengono da un percorso di studi totalmente opposto. Luca dice che non amava ostentare la sua arte con professori e compagni di scuola, ma tendeva invece a celarla per proteggerla. Elena racconta di aver studiato filosofia e di non aver mai seguito un corso per fotografi. Entrambi non si sono mai definiti “artisti” e ancora non lo fanno.

Viene naturale chiedersi se, per essere stati selezionati da Tumblr, siano due patiti del digitale. Luca non ha dubbi, sostiene che il futuro della moda sia online, e aggiunge: “L’amore a prima vista per il web è iniziato da subito. Quando nessuno a scuola sapeva cosa fosse un allegato, io già creavo siti. Per me internet è come un foglio bianco da riempire, uno spazio dove mi sento libero”. Elena al contrario afferma di non sapere niente di web e e-commerce, storcendo anche il naso al nome di Alexa Chung (i fashionisti si coprano le orecchie), della quale dice “Ignoro bellamente chi sia” e aggiunge: “Scatto esclusivamente foto di paesaggi e natura a livello di hobby in realtà, perché mi fa stare bene”.

 

paom_06  Gif di Sam Cannon

 

Com’è nata la loro storia con Tumblr? Luca afferma “Io non ho un sito web ufficiale, sono nato e cresciuto su Tumblr e su Tumblr resto. Per me è come un padre che non mi giudica. Sono libero di fare ciò che voglio”. Più casual invece la risposta di Elena, che da non-appassionata del web racconta “Un giorno mi è arrivata una mail dallo staff di Tumblr che mi chiedeva se fossi interessata a collaborare per questa collezione che avrebbero presentato nell’ambito della New York Fashion Week. Ovviamente mi ha fatto molto piacere e ho subito risposto… Un paio di mesi dopo, nella mia casella email, sono arrivate le immagini della mia foto diventata vestito e giacca!”. Se quindi vi state chiedendo se i talenti possano essere davvero scoperti online, la risposta è si, almeno se vi trovate su una piattaforma che vuole valorizzare quello che sapete fare voi. E se volete definitelo pure miracolo, dato che a contattare i selezionati è stata Valentine Uhovski, definita formalmente Fashion + Art Evangelist di Tumblr.

 

Processed with VSCOcam with hb2 preset  Foto di Hannah Sider

 

Ma passiamo alla questione che scotta, quella economica. Con quello che si guadagna, è possibile farcela? Le risposte dei due ragazzi risultano orientate in modo totalmente diverso, ma comunque positive. Luca, la cui carriera artistica è ormai un lavoro, dice che da qualche anno riesce a mantenersi senza difficoltà, mentre Elena, pur non essendo una vera e propria fotografa, dice di riuscire a guadagnare ugualmente qualcosa da questa passione. “Soprattutto all’estero e da campagne pubblicitarie”, precisa lasciandoci ancora un forte dubbio sull’Italia, e aggiunge “… Non posso parlare di carriera. Fare foto è soprattutto una cosa che mi fa stare bene. Se non diventasse mai un lavoro vero e proprio, non sarebbe un problema”.

E per quanto riguarda i consigli? Luca conclude dicendo: “Devi sfruttare tutti gli strumenti a disposizione per veicolare il messaggio che vuoi dare, ma soprattutto devi fare soltanto ciò che ti piace, senza seguire le mode.”

La capsule collection di Tumblr è stata disponibile per un periodo limitato in un pop-up store allestito nella galleria LIGHTBOX a Manhattan, New York, ma non preoccupatevi: se volete acquistare ora uno dei pezzi, che vanno dai 36 ai 250 Dollari, potete farlo in qualsiasi momento online, su Print All Over Me.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >