Society
di Simone Stefanini 28 Gennaio 2016

La guida definitiva per vincere a Monopoli giocando da veri bastardi

Grazie a questo tutorial vincerai tutto e i tuoi amici non vorranno mai più giocare con te

monopoli via

 

L’utente di Imgur, Elpher, è una di quelle persone con cui non vorreste mai giocare a Monopoli, il celebre gioco da tavolo il cui scopo è ottenere il monopolio sulle strade e sulle vie di una città grazie alla costruzione di case e alberghi, in modo da mandare sul lastrico gli altri giocatori.

Sì perché pochi giochi fanno finire le amicizie come Monopoli, in cui s’impara ad essere aguzzini e strozzini col prossimo. Della sua storia e delle sue varianti ne abbiamo già ampiamente parlato, eppure pochi conoscono davvero le regole di questo gioco nato 80 anni fa.

 

swV7urz via

 

Ricordatevi di avere il libretto delle istruzioni a portata di mano, per evitare recriminazioni durante il gioco e per non provocare risse che mandino in monte la serata. Il nostro Elpher ci spiega che, nonostante Monopoli sia tra i giochi più venduti al mondo, quasi nessuno si è mai messo a leggere per filo e per segno i cavilli e le regoline del libretto d’istruzioni fino alla fine. Certo, tutti sanno tirare il dado, muovere la pedina, comprare e far fruttare le proprietà e quindi il gioco non è altro che un ripetere queste mosse all’infinito finché qualcuno non inizia a vincere e turno dopo turno inizia il lento declino degli altri giocatori, in una morsa di funesta disperazione.

 

LMpCPYZ via

 

Ciò che avete appena letto è del tutto intenzionale. Il gioco infatti non è altro che una scopiazzatura del gioco The Landlord’s Game (di cui vedete una foto qui sopra) che serviva per far imparare ai bambini quanto il capitalismo fosse ingiusto, perché tendeva ad arricchire il padrone e a impoverire il lavoratore.

A Elpher il Monopoli non piace ed è per questo che vuole essere sicuro che nessuno ci giochi più dopo una partita contro di lui.

 

PRIMA REGOLA: Crea il primo monopolio.

BlNaaFJ via

 

L’obiettivo principale è avere il monopolio su un set di vie o strade, per poi farlo fruttare costruendoci sopra. Prima lo si fa, meglio è e un gruppo di tre proprietà è molto migliore di uno di due.

 

PCf0P4E-1 via

 

Inizia più o meno come fai sempre, tirando il dado e comprando qualunque cosa su cui tu atterri. Quando inizi a rimanere a secco di soldi (tipo quando ti restano solo 500 $),  sei arrivato allo step successivo in cui dovrai negoziare con gli altri per possedere un gruppo di carte dello stesso colore. Fallo prima che puoi, anche se questo significa dover pagare una cifra ridicolmente alta a un altro concorrente, oppure far fare monopolio a un altro giocatore. Fallo subito. Meglio prendere possesso delle carte di colore celestino, violetto e arancione, che costano poco e sono più facili da sviluppare.

 

J7Cvz5M via

 

A questo punto del gioco dovresti aver fatto un bel po’ di soldi grazie agli affitti del tuo primo set. Spendi tutto per comprare delle case sulle tue proprietà, fino ad arrivare ad avere tre case per ogni via.

 

SECONDA REGOLA: Prendi il secondo monopolio e tutte le case disponibili

ADRQWIX via

 

A questo punto del gioco l’obiettivo è comprare un secondo set di vie e piazzarci sopra tutte le case possibili, mettendo nei guai gli altri giocatori.

 

yDRAfmn via

 

Ed eccoci arrivati al prodigio: in pochi sanno che il gioco del Monopoly conta esattamente 32 case e 12 hotel. Una volta che la banca ha venduto ai giocatori tutte le case, esse non possono essere comprate finché qualcuno non le rende alla banca per prendere gli hotel. C’è un però. Se ci sono più giocatori che vogliono costruire le case di quante case fisiche ci siano effettivamente, esse saranno rimesse all’asta una per una e il ricavato andrà al giocatore che le possedeva. Quindi MAI COMPRARE GLI HOTEL. La strategia è quella di comprare più case possibile prima di essere sgamati dagli altri giocatori.

 

wwUDH1Z via

 

Usa i tuoi affitti e le tue rendite per far sì che gli altri giocatori ti vendano le loro proprietà e fai in modo di farti pagare in carte nel caso siano rimasti senza soldi. Non essere troppo avido però, l’obiettivo è arrivare ad avere il benedetto possesso del secondo set di carte. I soldi in più che hai guadagnato puoi spenderli per mettere un’altra casa su ogni proprietà, in modo da averne 4 per ogni via.

 

ACIrHql via

 

Una volta completato il secondo monopolio, ogni carta deve avere 4 case. 6 proprietà con 4 case ciascuna fanno 24 case, più della metà del totale (32) e la quarta casa ti garantisce un guadagno maggiore del 75%, a discapito dei giocatori che passano sui tuoi possedimenti. A questo punto nessuno degli altri giocatori ha la possibilità di migliorare i suoi possedimenti in maniera decente. Quasi tutti ti inizieranno a guardare male e ti chiederanno a più riprese di comprare gli hotel e di lasciare libere le stramaledette case, altrimenti loro hanno le mani legate. Tu stai calmo, poker face e rispondi un secco no.

 

FINE DEL GIOCO: Frustrazione e disperazione

 

FZv6Lhb via

 

Stando così le cose, il gioco volge alla fine. Se però perdere il gioco in modo normale può essere frustrante, perderlo contro questa strategia è straziante, perché gli altri giocatori non hanno possibilità di vincere nemmeno con mille tiri di dado fortunati. Costruisci la tua banca personale e spera di andare in prigione per qualche turno, così potrai stare fermo e non spendere mentre gli altri sono costretti a farlo.

 

fw8Xakh via

 

È il momento di smetterla di accettare proprietà o altre cose al posto dell’affitto. Se gli altri giocatori non hanno i soldi, che vendano le loro proprietà alla banca. Così a tua volta non dovrai pagare l’affitto dei loro territori quando è il tuo turno.

 

XS7OBlo via via

 

A questo punto, gli altri giocatori inizieranno a ritirarsi e a regalare i loro possedimenti agli altri giocatori (di sicuro non a te). È il tempo di uccidere le loro speranze comprando il terzo monopolio e piazzandoci sopra tutte le case rimanenti. Il gioco ormai è praticamente ingiocabile e tutti lasceranno. Hai vinto, mentre i tuoi amici sono incazzati neri.

Ti senti infame? Bene. È così che i più grandi capitalisti del mondo hanno fatto i soldi. Hanno letto le regoline e le hanno usate per trarne profitto a discapito degli altri. Sigla.

 

sjEwcD4 via

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >