Society
di Giulio Pons 15 Maggio 2019

Le proprietà benefiche della frutta secca

La frutta secca Ventura è un super alimento ricco di proteine, grassi, fibre, vitamine e minerali. I frutti appartenenti a questa categoria apportano una grande quantità di nutrienti, se mangiati nelle giuste quantità. Molte persone, infatti, evitano di mangiare la frutta secca perché credono di ingrassare; ma una cosa di cui non tengono conto è che, se assunta in quantità limitate, apporta molti benefici alla nostra salute e al nostro organismo.

La frutta secca rientra nella piramide nutrizionale, perché è un alimento naturale molto energetico e completo. Come spuntino di metà mattina o metà pomeriggio, i frutti a guscio funzionano alla perfezione se utilizzati come sostituti di snack e merendine. Il quantitativo consigliato può variare in base alle caratteristiche e alle attività svolte dalla persona. Generalmente comunque il quantitativo si attesta tra i 15 e i 30 grammi a seconda della tipologia di frutta secca.

È necessario fare una distinzione tra la frutta secca oleosa e la frutta secca glucidica.

La prima, conosciuta anche come frutta secca lipidica, comprende la frutta a guscio come: mandorle, nocciole, noci, pistacchi, pinoli e anche i semi di alcune piante e legumi. La frutta secca glucidica, invece, contiene molti zuccheri, ma è povera di grassi. Comprende tutta la frutta essiccata e disidratata.

Le proprietà della frutta secca

Scopriamo insieme quali sono le proprietà contenute all’interno di questi alimenti.

  • Proteine: la frutta secca abbonda di preziose proteine che, in quanto deputate alla creazione del rinnovo dei tessuti degli organismi viventi, producono velocemente energia.
  • Vitamine: l’elevata presenza di vitamina E conferisce alla frutta secca un grande potere antiossidante. Si tratta di un ottimo alleato per contrastare gli effetti dei radicali liberi: malattie cardiovascolari, invecchiamento cellulare e varie forme tumorali. La vitamina B è utile, invece, a garantire la buona efficienza del metabolismo; mentre la vitamina B9 stimola il midollo osseo a produrre emoglobina. La vitamina A è conosciuta, infine, per il suo sostegno agli occhi e la vista in generale.
  • Omega 3 e Omega 6: nocciole, mandorle e noci nello specifico, contengono acidi grassi essenziali che fungono da barriera per le malattie cardiovascolari; riducono, infatti, il colesterolo attivo dei trigliceridi.
  • Fibre: la frutta secca contiene un alto tasso di fibre che aiutano l’organismo a svolgere con regolarità le sue principali funzioni. Si tratta per lo più di fibre insolubili, che saziano velocemente e favoriscono il transito intestinale, aiutando nella prevenzione dei fenomeni di stipsi.
  • Calcio: la frutta secca consente di assimilare minerali come calcio, magnesio, potassio, rame, fosforo e zinco.
  • Acido glutamminico: contenuto prevalentemente nei pinoli, questo acido aiuta a migliorare le funzioni del cervello come l’apprendimento e la memoria e regala energia limitando l’affaticamento cronico.
  • Acido ellagico: si tratta di un antiossidante benefico per il sistema immunitario che sembra avere anche buone proprietà anti-cancerogene.
  • Arginina: contenuta soprattutto nelle noci, è la sostanza perfetta per chi fa sport perché dilata i vasi sanguigni e li rende più elastici ed efficienti nel distribuire ossigeno e sostante nutritive; i muscoli rimangono allenati e le prestazioni fisiche migliorano.
CORRELATI >