Society
di Elisa Giani 17 Dicembre 2014

Se vuoi uscire con una mamma single, devi sapere queste cose

Non è esattamente una passeggiata, quindi meglio se ti attieni a qualche regolina, così non potrai più dire “non lo sapevo”. Sono tutte qui.

mamma-single

Ti sei innamorato di una ragazza. È bellissima, ha tutte le qualità che piacciono a te. Ricambia. Sembra vinta facile, ma alla prima uscita, ti dice che è una madre single. Tu cosa fai? Ti ritrai, hai paura oppure accetti la sfida? se per te è la prima volta, non sarà esattamente una passeggiata di salute. Io faccio parte della categoria, quindi ne so qualcosa. Noi madri single siamo speciali, abbiamo una vita più incasinata della tua e difficilmente sarai messo su un piedistallo come a volte ti hanno abituato. Ci sono un po’ di regole da imparare, ma non farti spaventare, è più semplice di quello che sembra.

Basta mandare a memoria quanto segue:

FONTE | bigodino.it

1) Feste comandate sì, ma tutte.
Ogni bambino sogna il Natale; ogni madre sogna di accontentare suo figlio a Natale, ma non solo. Ormai grazie a questa dannata globalizzazione tocca far fronte a una serie d’inutili ricorrenze internazionali, tutte da festeggiare, con annesse maschere, articoli regalo, cene a tema, decorazioni. Se non parteciperete sarete radiati; occhio, l’elenco è su internet.

2) Attività bipolare compulsiva.
Queste donne possono passare nell’arco di una sola giornata dal creare biscotti in casa, incazzarsi a lavoro, parlare con i professori del figlio, ubriacarsi di tequila la sera; non spaventatevi, state zitti, sorridete e seguitele. Se avevate paura della sindrome premestruale non avete idea di cosa vi attende ora.

anigif_enhanced-buzz-30674-1373645402-20

 

3) Pomeriggi medi.
Succede anche che sono stanche; il loro migliore amico è il divano, con il caffè e la televisione; non togliete mai alla vostra donna questo trittico. Oppure succede anche che per tutto il pomeriggio farà un puzzle con il figlio. Oppure che si debba partecipare ad infinite e noiosissime recite kafkiane dei nani. La monotonia esiste, non devi far altro che mettere giù le spalle e approfittare della sua tranquillità/noiosità del momento (oppure ripassare Kafka).

4) Vocine di dubbio gusto.
Potrà capitare, in particolare al telefono, quando la tua faccia non è presente davanti a lei, che lei si sbaglia e comincia a parlarti pici-pici. Non è per te, non fa parte di quel gruppo di donne “trottolino amoroso”, tranquillo! Non ha proprio tempo di fare la romanticona per telefono, manco si ricorda come si fa, lei è una che corre; se lo fa è giusto un errore. Non scappare. Rimani.

5) Tendenza alla perfezione estetica alternata.
Quando è col figlio, di solito, la sua tenuta sarà: jeans e Converse. Se poi deve lavorare, al massimo metterà i pantaloni blu. Ma è con te che vorrà far fuoriuscire tutta la sua femminilità; per cui non ti agitare se per andare a mangiare una semplice pizza avrà un tacco 12, reggicalze e gonna; lo deve fare, è come vivere in apnea per sei giorni e poi respirare. Magari a questo punto non la portare tu in pizzeria, almeno passa a un bistrot.

tumblr_mj48lkwtwp1s76rcbo2_250

6) Possibile compatibilità del 100% col tuo amico nerd.
Lei sa tutto di tutti i cartoni animati esistenti; conosce i nomi, le serie, come finiscono, come iniziano, non le sfugge nulle perché probabilmente mentre tu la sera esci per una birra, lei proprio quei cartoni li vede sul serio col figlio; quindi occhio, se una volta volessi farla incontrare con qualche amico e poco poco uno di questi ha il cuore rimasto al 1985, sicuro te la perdi per l’intera serata, perché felicemente concentrata a chiacchierare con il super nerd maniaco dei cartoni di turno.

7) Impossibilità nel prevedere un last minute di qualsiasi entità.
Non farle sorprese. Mai. Tipo weekend fuori a fare massaggi con l’accappatoio bianco. Tu penserai che sia un bel gesto, ma lei andrà in sincope perché all’ultimo non riuscirà mai a piazzare il figlio per tre giorni in serenità con persone fidate. A meno che tu non abbia imparato l’alternarsi dei fine settimana del padre del mocciosetto…

00OKZf

8) Senso temporale atipico.
Succederà che quando la incontrerai per la prima volta lei avrà abitudini temporali molto ampie, tipo vi vedete una volta a settimana e tutti e due siete felici e tranquilli; ma può succedere anche che a un certo punto all’improvviso lei vorrà vederti di più. Semplicemente perché si è accorta di come si sta bene con un’altra persona. Occhio, questo passaggio avviene anche in mezz’ora e lei lo pretenderà. Tieniti pronto.

9) La persona più importante della sua vita c’è, ma non sei tu.
Ti amerà tantissimo, da quando lo scoprirà non ti lascerà più. Ma ricordati che sempre e per sempre lei ha una sola priorità, il figlio, e se sbagli qualche mossa, lei anche con tutto l’amore del mondo ti darà un bel calcio e proteggerà il cucciolo. Il segreto è non fare errori, specialmente se acchiappano anche di striscio il nano. Sembra difficile ma in realtà basta stare semplicemente attenti.

giphy

10) Frequenti telefonate con l’ex, con annesso decibel vocale elevatissimo.
La teoria “io con i miei ex non ho più alcun rapporto”, se frequenti questo tipo di donne, non esisterà più. Si sentiranno ogni giorno per sempre; ma tranquillo, nel 99% dei casi è per litigare, la cosa fica per voi è che alla fine della telefonata correrà fra le vostre braccia ed è lì che voi vi sentirete dei supereroi senza aver fatto un ca**o.

11) Frigo: pieno per i puffi/vuoto per te.
Non pensiate che a casa di queste donne ci sia vino e schifezze o superalcolici, no. Proprio no. Troverete biscotti, latte, nesquik, formaggini, minestrine, verdure fresche, carne selezionatissima. Per cui se volete frequentare questa casa fatevi la vostra spesa, loro neanche se ne accorgeranno.

12) Impasto ormonale di dubbia resistenza.
Se comincia a piangere davanti ad un quiz televisivo, non spaventatevi; se comincia a urlare contro il call center della Fastweb, non spaventatevi; se dona 25 euro ad un barbone dopo aver ascoltato la vostra canzone, non spaventatevi. È così, donne dal sistema endocrino sbagliato. Abituatevi che non cambia.

anigif_enhanced-buzz-820-1373645153-28

13) Altissima concentrazione di scarabocchi per casa: occhio a cosa si butta.
Non azzardatevi a dire mai :“E questo? Ma che è?” perché magari è la testimonianza della prima volta che suo figlio ha preso in mano la matita durante il solstizio d’estate mentre c’era la luna calante e il suo segno zodiacale entrava in quarta casa. Vedete fogli su fogli appesi per tutta casa?! Fate i vaghi e basta.

14) Amiche mamme. Amici gay.
Non ha amici normali questa donna, ma persone accanto a lei che diranno, anzi urleranno ogni volta “Oh mio dioooooooo!!!!!!!!!!” all’ennesimo racconto sul figlio. Sarà facile abituarsi a queste due caratteristiche, basta studiarsi Vogue per un paio di mesi e stupirai tutti.

15) Ottima propensione all’entusiasmo, pessima per la fantasia.
L’unica volta a settimana che potrà uscire con te, alla tua domanda “allora stasera che vogliamo fare?”, lei ti risponderà sempre col silenzio, tipo ipnosi; perché fondamentalmente è stufa di decidere ogni minuto delle attività del figlio. Non ce la fa, è più forte di lei! Ha bisogno che qualcuno la prenda e decida anche per lei. Infatti se le dirai “Oh, stasera bowling, basta, ho deciso io, non rompere”, lei impazzirà e saltellerà così tanto che magari non ce la farai neanche a portarla fuori, ma almeno l’avrai resa felice.

im-a-god

16) Coccole H24.
Non c’è donna migliore per avere coccole e attenzioni sempre e per sempre; avrà un occhio di riguardo per tutto ciò che fai, ti chiamerà per assicurarti che ti sia ricordato tutto quello che ti devi ricordare, e quando ti avrà davanti, non smetterà mai di baciarti. Sei fortunato.

17) Udito da ninja.
Lei sente tutto;, non ci provare; attento che legge anche nella mente.

18) Io Tarzan tu pure.
Se ha un avvitatore in mano, vuol dire che lo sa usare. Se sta in piedi davanti alla caldaia, vuol dire che sa cosa riparare. Se compra delle mensole, lei le saprà montare. Dopo anni senza un uomo in casa, lei sa fare tutto e se non ci riesce farà gli occhioni al portiere, ma stai tranquillo, è tutta una tattica per apprendere il sapere maschile a pieno.

freddie

19) Pause di riflessione concretamente fittizie.
Ci saranno momenti di totale paranoia, in cui probabilmente andrà in palla e ti comunicherà che è meglio per te se ti trovi una giovane ragazza senza casini; non le credere, dopo 7 minuti netti non si ricorderà nulla. Diciamo che succede quando deve backappare tutto l’amore che le dai.

20) Alterazione prospettica culinaria familiare.
Non ci sarà mai il classico pranzo domenicale o la classica cena la sera seduti classicamente a tavola; lei e il figlio è possibile che si siano inventati luoghi divertenti per mangiare; sono due, lasciali fare finché non entrerai ufficialmente in quel nucleo familiare, lascia che si divertano…

21) Questa casa è un albergo.
La casa di una madre single con un figlio é un porto di mare, si fanno cene o pranzi sociali, ci si aiuta con le altre mamme single per cui a volte quella casa sembra il raduno annuale degli scout per quanti materassi per terra ci sono di notte; oppure sarà deserta e magari neanche si ricorda dove quella sera il proprio nano dormirà. Entreranno amiche e amici a qualsiasi orario, amici sia della madre che del figlio. Le mura diventano secondarie, perché per queste mamme la cosa principale è il calore e l’affetto delle persone. E questo continuerà anche con te; ti consiglio un’agenda su cui annotare i nomi, i primi mesi saranno piuttosto ingarbugliati.

22) Assenza totale di gelosia. 
Non hanno tempo; per cui, se sapete quanto vi amano, non fate gli stupidi con queste cose da quarto ginnasio.

Mean-Girls-GIF-Reginas-Mom-Amy-Poehler-Im-Not-A-Regular-Mom-Im-A-Cool-Mom1

23) Arredamento domestico: arredamento? Ma quale?
Entrate per la prima volta in casa di lei. Vedete giochi, biciclette, scarpe, pupazzi, fogli, zainetti, pennarelli, macchinine, maschere. Rimanete in silenzio, quello per lei è ordine.

24) Lei non sarà mai sola. Abituati, festeggia, fai come ti pare.
Lei è abituata ormai a pranzare sola, viaggiare sola, riparare le cose da sola, passeggiare sola, ma non perché sia sola veramente, perché se finché per tutte queste cose avrà il figlio accanto, lei non sentirà mai la solitudine; occhio però, un nuovo amore potrebbe anche aiutarla a capire quanto sia bello ricominciare a condividere, e se anche tu sei pronto, vedrai negli occhi della tua amata lo stupore di un bambino, e se lo vivrai, sarai una persona molto fortunata.

25) Frequentazione responsabile. Se esce con te è perché vuole te.
Queste donne non si mettono a caso con qualcuno; non ragionano col “boh, poi vediamo”, ma non partono neanche in quarta; queste donne sanno benissimo cosa vuol dire sia avere una relazione molto importante, sia essere single, per cui se la loro vita ha incrociato la vostra, è perché in voi ha visto qualcosa su cui scommettere, non solo per lei, ma anche per il suo bambino. Sarete più importanti delle persone importanti e più curate delle persone di cui di solito si occupa; guardatevi allo specchio e datevi una pacca sulla spalla, è raro trovare queste perle nere, e voi ne avete appena conquistata una. Complimenti.

tumblr_n3ddc9v0b31smw1wso3_500

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >