Society
di Gabriele Ferraresi 20 Luglio 2016

Sì, ora i medici anti-vaccini rischieranno la radiazione

L’intervento della Federazione Nazionale Ordini dei Medici si spera mini le oscure credenze che danneggiano tutti. Perché l’Italia ha bisogno di vaccinarsi, non del contrario

medici vaccini radiazione Wikimedia

 

È una buona notizia: secondo un documento approvato dalla Fnomceo, la Federazione Nazionale Ordini dei Medici, da oggi non vaccinarsi sarà un po’ più complicato. O quantomeno i medici anti-vaccino potranno essere sanzionati, si legge nel documento infatti che “Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica“. E, ha aggiunto il segretario Fnomceo Luigi Conte a Repubblica: “Siamo pronti a fare la nostra parte, sono già in corso e sono stati fatti procedimenti disciplinari per medici che sconsigliano i vaccini. Si può arrivare anche alla radiazione“.

Il documento integrale potete consultarlo in pdf su Quotidiano Sanità.

È una buona notizia, perché, come scriveva qualche tempo fa Simone Valesini su Wired, la situazione in Italia per quel che riguarda i vaccini è preoccupante, e preoccupa anche l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

In Italia “I numeri inoltre descrivono una situazione che continua progressivamente a peggiorare, e che secondo gli esperti dell’Iss rischia di avere gravi conseguenza sulla salute, sia sul piano individuale che su quello collettivo. “Scendere sotto le soglie minime – sottolinea l’Istituto superiore di sanità in una nota –significa perdere via via la protezione della popolazione nel suo complesso, e aumentare contemporaneamente il rischio che bambini non vaccinati si ammalino”. Il rischio quindi è quello di nuove epidemie, e il ritorno di malattie ormai scomparse grazie alla protezione dei vaccini, che rischiano oggi di non essere riconosciute e trattate per tempo“. Insomma, non siamo messi bene.

A commentare con intelligenza il documento approvato dall’Ordine dei Medici c’è Roberto Burioni, il medico di cui avevamo scritto qualche mese fa in occasione di quella surreale puntata di Virus su Rai 2, dove le sue tesi avevano assurdamente avuto minore dignità di esposizione di quelle di Red Ronnie ed Eleonora Brigliadori, che avevano avuto campo libero nel diffondere grottesche credenze ascientifiche.

Burioni scrive oggi sulla sua pagina Facebook che “È giusto che un pompiere che consiglia di spegnere gli incendi con la benzina venga cacciato e non possa più essere pompiere. È giusto che un autista di autobus che è contrario all’utilizzo dei freni venga cacciato non possa più guidare. È giustissimo che un medico che, contro ogni evidenza scientifica e per abominevoli interessi personali, terrorizza i genitori con bugie pericolose, mettendo in pericolo dei bambini, venga radiato e non possa più fare il medico“. Come un pompiere che spegne incendi con la benzina: ecco tutto.

Basterà per convincere chi è contrario ai vaccini? Paradossalmente, penso di no. È un buon segnale per chi crede nella scienza e sa che le teorie anti-vaccini sono follie prive di qualunque fondamento scientifico, quello di certo, ma difficile che qualche anti-vaccinista si trovi da oggi acceso il lume della ragione.

Perché le credenze antiscientifiche, la logica del complotto, il cospirazionismo producono sistemi chiusi: all’interno dei quali chi si trova tende a vedere tanto più confermate le proprie bislacche teorie, tanto più vengono demolite dall’esterno. E rinsalda in questo modo i legami interni, mentre sfalda quelli verso l’esterno.

È il motivo per cui c’è come scriveva qualche giorno fa il nostro Marco Villa gente che pensa che l’attentato di Nizza non sia mai accaduto, e che i cadaveri per strada fossero manichini.

Non ho le prove, non sono andato a controllare, ma lo so, me lo sento: di sicuro in questo momento, in qualche pagina di complottisti, di fan di medicina naturale, omeopatia, o altre teorie insensate, c’è chi sta gridando al complotto anche per il documento di cui vi ho appena scritto. Ed è più convinto di prima.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >