Society
di Marco Villa 11 Settembre 2014

A Padova hanno vietato tutto

Attenti: se andate a Padova non potete sedervi per terra

10959834

Che a Padova qualcosa non girasse nel verso giusto l’avevamo già intuito qualche mese fa, quando l’assessore alla sicurezza Maurizio Saia (decenni di militanza nel Movimento Sociale e in Alleanza Nazionale) si scagliò contro il festival musicale Radar muovendo accuse senza senso e pure infondate, tra cui quella di avere sedie non sicure (non c’erano sedie nell’allestimento) e volumi troppo alti all’aperto, in una serata in cui il festival si svolgeva al chiuso.

Era ovvio che l’assessore Saia non si sarebbe fermato e oggi, in accordo con il sindaco Massimo Bitonci (Lega Nord), presenta con orgoglio le sue nuove mosse, che si possono riassumere facilmente: a Padova è vietato fare qualsiasi cosa. L’obiettivo dichiarato è quello di contrastare il degrado, identificato dall’assessore con questuanti ed extracomunitari. Il mezzo per raggiungere l’obiettivo è una delibera in cui vengono elencate decine di divieti e relative multe (da 25 a 500 euro), con l’ovvia conseguenza di far sembrare tutto un enorme paradosso.

Il divieto che salta maggiormente all’occhio è probabilmente quello che recita: “È vietato sedersi o sdraiarsi per terra, ed anche sdraiarsi sulle panchine o utilizzarle in modo improprio”. Al di là dell’ovvia considerazione sul senso dell’aggettivo improprio, va rilevata la follia di voler impedire alle persone di sedersi per terra. Si attende ulteriore delibera con assegnazione dei posti a sedere, stile cinema.

In seconda posizione troviamo il divieto di “trasporto, senza giustificato motivo, di mercanzia in grandi sacchi di plastica, borsoni o con altri analoghi contenitori”. Occhio, quindi: se andate all’IKEA lasciate a casa la borsa blu di plastica e dividete tutto in piccoli e innocui pacchetti.

Passiamo poi a una questione che sta lacerando le coscienze dell’Occidente tutto: le bici legate ai pali. Da buon assessore alla sicurezza, Saia è convinto che la sua delibera farà crollare le statistiche di furti di biciclette e per questo non ha problemi a dichiarare che “è vietato fissare o appoggiare bici o motorini agli arredi urbani, agli alberi, ai pali, ai monumenti e a altri manufatti pubblici non destinati allo scopo”.

Espressamente dedicate ai cittadini extracomunitari le norme che vietano di dormire sul posto di lavoro “in modo promiscuo” (che bella parola democristiana) o di sovraffollare un appartamento, mentre toccano direttamente gli studenti quelle legate ai festeggiamenti post-laurea. In caso non lo sappiate, Padova è famosa per i trattamenti a base di uova, farina e umiliazioni varie che vengono riservati ai freschi dottori. Questi trattamenti sono accompagnati da un papiro, ovvero un lenzuolone scritto in rima che prende in giro goliardicamente il malcapitato di turno. Ecco, con una combo di divieti, secoli di festeggiamenti tradizionali vengono derubricati a semplice comportamento incivile: “Vietato lordare il suolo pubblico, lanciare uova, farina o altre sostanze che sporcano il suolo, edifici, cose o persone. Vietato affiggere papiri di laurea e ogni altro materiale ai tronchi degli alberi”.

Potremmo andare avanti a lungo, ma il discorso l’avete capito e tutti i divieti li trovate qui. La delibera arriverà in consiglio comunale il 29 settembre per l’approvazione definitva, dopo che la giunta ha già dato l’ok. Prossimi passi: coprifuoco e legge marziale. Siamo fiduciosi, Saia non ci deluderà.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >