Society
di Simone Stefanini 18 Marzo 2015

Questi sono i peggiori padri della storia, o quasi

Dopo i padri modello, è arrivato il momento di quelli un po’ più normali

Abbiamo parlato molte volte dei padri modello, di quelli che farebbero di tutto per far ridere i propri figli e di quanto le loro gesta siano encomiabili, storie degne di scatenare il meccanismo imitativo e persone da prendere da esempio. Poi ci sono gli altri, e sono ben di più: quelli normali, che ogni tanto fanno qualche cazzata. Chi è cresciuto negli anni 70-80, ricorderà bene che il mestiere del padre a quei tempi era ben meno politicamente corretto di adesso, che i genitori fumavano o bevevano davanti ai figli, che nelle auto la cintura di sicurezza era un optional fastidioso e che la vita si svolgeva all’aria aperta tra lividi e croste sui ginocchi.

La maggior parte di queste foto, prese da quel gran distributore di cazzate che è Awkward Family Photos,  sono vintage e all’epoca, sembravano pure normali. Altre sono contemporanee ma mantengono lo stile naif di 30 anni fa. Nel titolo abbiamo scherzato, i padri cattivi sono ben altri, d’altronde queste foto sono da guardare per farsi due risate, astenersi moralisti, ché oggi non è giornata.

Via con la galleria:

Bello il mio bambino. Ma il pesce resta sempre il pesce. (Con quello sguardo lì, si presta a mille interpretazioni)

277061384

 

20 anni dopo, il padre venne torturato dalla sorella della bambina sorridente, quella che durante questo scatto ci rimise incisivi-setto-sopracciglia e dignità

399495786

 

Amo mio padre quando beve-e-fuma-a-finestre-chiuse mentre dovrebbe occuparsi di me

751268162

 

Questo Twister si sta rivelando pericoloso

1085842087

 

Non incolpatemi, sembrava fatto apposta, e poi gli ho lasciato le prese d’aria

1111910260

 

 

Padre americano, figlia vestita da gran galà della provincia, spruzzo fortissimo dal tubo. Incubi.

1297350619

 

“COCAINA, la febbre della linea bianca”. Fortunatamente la bambina non sa ancora leggere.

1334028355

 

Scatto seguente: capelli della bambina a fuoco, condannata a portare la parrucca per i seguenti anni della sua misera vita

1588113873

 

È un fotomontaggio, vero? 

2098752690

 

Ops mi è cascato un bambino sul ketchup!

2395008834

 

Si aggirava nei boschi, l’ho predato con il mio terribile arsenale

2630542996

 

Bambino mio, finisco questo schema e poi ti libero dalla gabbia nella quale ti ho accidentalmente rinchiuso

2670602429

 

Il primo fotobomber della storia oppure il primo maniaco ballerino? Solo i verbali della polizia ce lo possono dire con chiarezza

3013256145

 

Bambina mia, il sedile non è mai stato così comodo. Tua sorella legata dietro come un kebab è sempre viva?

3207641274

 

Nostro padre ha sempre avuto delle smaccate preferenze.

3473748545

 

Bambino mio, niente paura, siamo io e te. Anche se le circostanze possono apparire sinistre, vuoi per il gorgo che sta inghiottendo la nostra autovettura, vuoi per quel branco di lupi affamati che ci osserva da dietro la collina, io ti proteggerò. Queste le sue ultime parole.

3645108023

 

Mi raccomando, quando hai finito di giocare con i prodotti chimici altamente tossici, rimetti tutto a posto sennò mamma ci brontola.

3662933716

 

Occhio, figlio mio, vado accendendo un raudo  grande quando un panino sopra i tuoi piedini nudi!

3668561028

 

Preghiamo che sia un fotomontaggio

3894057983

 

Vabè, lui è un grande.

4110095907

 

Foto di Charles Manson da piccolo con il padre

802171397

 

Bambini, ci credete al Bigfoot? Perché sarebbe qui, pronto a regalarvi un’esperienza che ci costerà decine di migliaia di euro in psichiatra:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >