Society
di Lorenzo Mannella 11 Novembre 2015

La partita IVA spiegata a fumetti

L’autrice di fumetti Giulia Sagramola ci racconta le disavventure dei freelance che lavorano in campi creativi

Giulia Sagramola Nicoletta Valdisteno - L’illustratrice Giulia Sagramola ha realizzato una guida a fumetti per i freelance

 

Aprire la partita IVA è come spalancare gli occhi mentre nuoti in piscina. Sai che lo devi fare per guardare avanti, ma ti brucia da morire. Anche se il tuo commercialista è bravo, spesso dà per scontate molte cose. Oppure, ti passa le informazioni un pezzo alla volta. Magari si dimentica che, se hai meno di 35 anni, ci sono delle riduzioni sulle tasse da pagare quando fai le note per la cessione dei diritti d’autore.

Prestazioni occasionali, note, fatture: il mondo dei freelance è molto complicato. Per orientarsi in questa giungla serve una bussola, soprattutto alla luce della controversa riforma del regime dei minimi (le partite IVA più “giovani”) iniziata con il Jobs Act. Abbiamo chiesto indicazioni a Giulia Sagramola, illustratrice e autrice, che ha realizzato la guida a fumetti Giovani, Carini & Tartassati per il sito d’informazione Graphic News. “Ho fatto questo fumetto per non continuare a rispondere a tutte le domande dei miei colleghi” dice ridendo.

Apro la partita IVA Giulia Sagramola - Il fumetto di Giulia Sagramola racconta le disavventure di Marta, una illustratrice

 

Il fumetto di Giulia racconta della battaglia portata avanti da ACTA, la prima associazione italiana che difende i diritti dei freelance. “Li ho seguiti per sei mesi e mi sono iscritta. È una di quelle piccole spese annuali che è meglio sostenere.” Chi fa lavori creativi su commissione si ritrova spesso in una terra di nessuno, dove non esistono tutele ed è difficile trovare chi ti dia buoni consigli.

Per me è sempre stato importante fare gruppo tra illustratori” dice Giulia citando il proprio settore. “È un campo ampio e in crescita: molte persone ci entrano senza rendersi conto che stanno davvero lavorando, proprio perché inizia come una passione. Fai illustrazioni qua e là, cresci ma non ti preoccupi subito delle questioni fiscali.” Lo stesso capita a chi scrive articoli, fa montaggio video, traduce, ecc.

La pioggia di scartoffie Giulia Sagramola - Il commercialista sarà la vostra ombra?

 

I freelance, oltre alla partita IVA, ricorrono ad altre forme di retribuzione. Ma non sempre scelgono la migliore. Per esempio, “tanti illustratori fanno confusione tra note per la cessione dei diritti d’autore e prestazioni occasionali, che sono limitate a 5000 euro.” In pratica: se scrivi un libro, un articolo o un fumetto a tuo nome, se in generale ti viene richiesta una prestazione di tipo autoriale, ricorri alla cessione dei diritti d’autore. Un lavoro di grafica o una traduzione, invece, te li fai pagare come prestazioni occasionali.

Ma cosa succede quando fatturi tutto con la partita IVA? “Appena paghi il primo anno di tasse ti accorgi che paradossalmente ti conviene lavorare di meno. La cosa ti strugge. Fai di tutto per migliorare la tua figura professionale in un momento di crisi, ma alla fine non ti conviene crescere!” Gia, perché sulla base del fatturato i freelance pagano parte delle tasse dell’anno successivo. “Diventa una catena: guadagni quello che basta, oppure cerchi di lavorare di più per pagare l’anticipo.

Ah, le tasse Giulia Sagramola - Il nuovo regime dei minimi non è proprio il massimo

 

Le conseguenze sono sconfortanti, anche perché in alcuni casi le nuove soglie del regime dei minimi sono da fame. Tuttavia, neppure chi ha aperto la partita IVA prima della riforma del Jobs Act – come Giulia – se la passa bene. “Io quest’anno ho deciso di guadagnare di meno. Ho fatto la scelta di non fatturare con partita IVA quello che posso dichiarare col diritto d’autore. È una tregua per l’anno prossimo.” E a rimetterci sono i contributi, che stanno al minimo. “Sembra quasi che lo stato non voglia farci diventare indipendenti.

Una generazione senza futuro?Mi rendo conto che le mie tasse pagheranno la pensione di mio padre. È l’unica cosa che mi tranquillizza. Chissà se io l’avrò mai una pensione, non ci conto tanto e provo a concentrarmi su quello che posso fare per il mio presente.” E le tutele? “Se mi rompo il braccio destro con cui disegno, che faccio? E se mi rubano il computer con tutto il lavoro dentro?

Prega per il pagamento Giulia Sagramola - Farsi pagare una fattura è una questione di fede

 

Giulia adesso è al lavoro su nuovi progetti – ha appena finito la sua graphic novel Incendi Estivi – in una residenza per artisti ad Angoulême, sede dell’omonimo festival che ogni anno raduna appassionati di fumetti da tutto il mondo. “In Francia c’è più tutela e attenzione, ci sono i sindacati dei fumettisti e si sceglie a chi associarsi. Ma la differenza grandissima, qui, sono gli ammortizzatori sociali. Quelli veri. Se fai il mio lavoro, e per caso hai difficoltà a pagare l’affitto, vai al Caf dove ti danno un contributo economico. È così anche se ti sposi, se convivi, se hai dei figli o se non trovi lavoro: ti danno dei contributi.

Tasse, ancora tasse Giulia Sagramola - Grandi novità per il 2016

 

E in Italia?Penso che non sia obiettivo dire che il numero di precari è diminuito, conosco diverse persone forzate ad aprire la partita IVA per continuare a fare il lavoro che prima facevano a tempo determinato, perché alla loro azienda conviene non assumerli. Dobbiamo fare pressione per aumentare le tutele che ci spettano e per evitare di far rientrare sotto partite IVA i lavoratori che avrebbero diritto ad altri tipi di contratto.

Ecco perché la sua guida a fumetti è anche un invito ad agire. “Devo dire che molto è dovuto anche a Pietro Scarnera di Graphic News. Ci conosciamo da tanti anni e mi ha proposto di fare questa cosa. Fa fumetti anche lui, ma è anche giornalista e per questo tipo di narrazione è stato fondamentale. Abbiamo fatto un po’ di skypate con due ragazze di ACTA per raccogliere materiale. L’ordine delle cose l’ha dato Pietro, io ho sintetizzato le informazioni in una narrazione più da fumetto, aggiungendo il punto di vista del mio campo lavorativo.

L’ulteriore riforma delle partite IVA – si parla di un innalzamento delle soglie a 30000 euro e un abbattimento dell’IRPEF al 5% per chi inizia una nuova attività – è attesa, seppur con molti dubbi, per il 2016. Meglio arrivare preparati. “Giovani, carini e incazzati neri.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >