Society
di Lorenzo Mannella 3 Dicembre 2015

Il problema delle armi negli Stati Uniti sono le armi

L’ennesima strage dimostra che meno pistole ci sono meglio è

Troppe armi AP/Julie Jacobson - Fucili in mostra a una fiera d’armi a Las Vegas

 

Le notizie sulla sparatoria di San Bernardino in California raccontano una storia a cui, purtroppo, siamo quasi abituati: il 2 dicembre una coppia armata entra in un centro dei servizi sociali, apre il fuoco con fucili d’assalto uccidendo 14 persone e ferendone 17. La polizia intercetta i due sospetti in fuga e li uccide durante uno scontro. Non si può fare finta di nulla. Gli Stati Uniti hanno un problema con le armi.

La città di San Bernardino ha già vissuto episodi di violenza armata, così come molte altri centri abitati negli Stati Uniti. Lo dicono le notizie e lo dicono anche le statistiche. L’America ha il record mondiale di possesso d’armi da fuoco: ne circolano almeno 88 ogni 100 abitanti. Questa disponibilità elevata di pistole e fucili produce una serie di conseguenze deleterie. Il tasso di omicidi con armi da fuoco negli Stati Uniti è uno dei più alti del mondo occidentale: circa 30 persone per ogni milione di abitanti sono uccise da proiettili.

 

Il tasso di omicidi con armi da fuoco Vox - Il tasso di omicidi con armi da fuoco per numero di abitanti in alcuni paesi sviluppati

 

Non ci vuole un veggente per capirlo; più armi circolano più è probabile che qualcuno le utilizzi per uccidere o ferire gli altri. Nonostante ciò, bisogna tenersi alla larga da luoghi comuni come “le stragi le commettono solo gli psicopatici.” Ecco, non è proprio così. È vero, ci sono molte persone con problemi psichiatrici che imbracciano le armi per uccidere. Ma vale anche il contrario, perché queste persone sono spesso tra le vittime inermi. Se proprio cercate una correlazione tra pistole e omicidi, allora dovete considerare elementi diversi come abuso di droga, povertà, precedenti di violenza e, ovviamente, facilità di accesso alle armi.

I luoghi dove girano più armi tendono a essere più violenti. È per questo che la regola del far west, per cui se tutti sono armati è più facile difendersi, va in tilt. Gli Stati Uniti sono un’eccezione che definisce la regola. Un caso studio dove è possibile misurare le correlazioni tra la diffusione di armi e il numero di omicidi – e suicidi. Un motivo in più per impedire che anche in Italia si diffonda il possesso delle armi da fuoco, magari sulla scia della paura nei confronti dell’immigrazione.

 

Buonanno armato  Il leghista Buonanno ha mostrato una pistola in diretta TV su SKY

 

Il leghista Gianluca Buonanno che mostra una pistola in diretta TV ha un che di provocatorio e ridicolo. Almeno per adesso. Negli Stati Uniti è diverso. I politici repubblicani imbracciano spesso le armi davanti alle telecamere per piacere a quegli elettori che non vogliono rinunciare alla propria arma. Pensate per esempio al senatore Ted Cruz, che in questo video ha cotto della pancetta avvolgendola intorno alla canna di un fucile automatico.

In questa storia delle armi, l’unica certezza sta nel fatto che basta tenerle lontano dalle persone per ridurre il numero di morti. Il Giappone ha reso quasi impossibile il possesso di pistole e fucili, riducendo il numero annuale di omicidi da arma da fuoco fino a un minimo di due. Questo non significa che nella terra di Godzilla non muoia più nessuno, ma almeno i giapponesi hanno risolto parte del problema.

Sappiamo che le armi causano problemi. Sappiamo anche che limitarne l’uso può ridurre il numero di vittime. Forse gli Stati Uniti impiegheranno molto tempo per risvegliarsi da questo incubo, ma almeno l’Italia sa che non deve assolutamente finirci dentro.

FONTE | Vox

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >