Society
di Elisabetta Limone 10 Novembre 2020

Quali sono i 5 errori più comuni di chi ristruttura casa

Se state per ristrutturare casa non fate questi errori!

Ristrutturare casa è sicuramente uno di quei momenti fondamentali all’interno della nostra vita, perché caratterizzano il luogo in cui abiteremo e andranno a segnare la qualità del tempo che vi trascorreremo. Tante persone, in questa fase, si ritrovano a commettere errori, dai più grandi ai più banali, che inevitabilmente compromettono il risultato della ristrutturazione. Ma procediamo con ordine e andiamo ad analizzarli.

1. Non stabilire un budget iniziale

Ristrutturare casa, come qualsiasi progetto anche di altro genere, richiede una pianificazione economica iniziale sulla base della quale va valutata, con una buona approssimazione, quale sarà la spesa totale della nostra ristrutturazione. Il rischio è quello di trovarsi a spendere una somma notevolmente superiore a quella che ci aspettavamo, talvolta arrivando anche al rischio di dover sforare a tal punto da non essere più in grado di completare i lavori, oppure dovendo fare le ultime modifiche arrangiando, e quindi non nel migliore dei modi. Per questo è fondamentale rivolgersi a una ditta specializzata, come Idea Casa Plan, che sia in grado di fornirci un preventivo completo e dettagliato al fine di avere immediatamente un quadro chiaro e completo della situazione e dell’impegno che ci stiamo assumendo.

2. Voler risparmiare a tutti i costi

Citando un luogo comune, possiamo dire che “il risparmio non è mai guadagno”. Questo non vuol dire che si debba necessariamente spendere il più possibile, anzi, ma è necessario fare un piano preciso e una valutazione dei materiali da utilizzare e delle migliorie che andremo ad apportare, esaminando per ogni dettaglio quale sia il miglior rapporto fra qualità e prezzo, e quindi fra spesa e risultato. Anche in questo caso, ciò che più ci aiuta è il confronto dei preventivi, per valutare nel dettaglio dove il risparmio porti un vantaggio reale e in cosa, invece, ha più senso investire all’inizio per non dover poi correre ai ripari in seguito.

3. Non avere un progetto completo

Quando decidiamo di ristrutturare casa, poiché non si tratta di una attività che svolgeremo frequentemente, è una saggia decisione quella di prendere in considerazione ogni aspetto della casa, dalla struttura, anche con una nuova divisione degli ambienti e degli spazi, agli impianti (per non ritrovarci poi pochi anni dopo a dover intervenire nuovamente), dai pavimenti all’arredamento.

4. Affidarsi a più soggetti o pensare di fare in proprio

La ristrutturazione della casa è un progetto importante, non è una di quelle cose da prendere alla leggera, o realizzare in modo approssimativo. Innanzitutto (a meno che non siate professionisti del settore) non pensate di poter fare tutto in proprio, realizzando alla meglio i lavori nel vostro tempo libero. Inoltre, non è mai saggio affidare i singoli lavori a diverse ditte: avere troppi interlocutori crea una inevitabile confusione, rallenta i tempi di esecuzione e il risultato finale ne risentirà sicuramente.

5. Avere fretta e sbagliare i tempi

Utilizzando nuovamente un luogo comune, potremmo dire che la fretta è cattiva consigliera: i lavori non devono diventare una odissea senza fine, e trascinarsi per un tempo infinito, come spesso accade quando ci si affida a troppi professionisti non appartenenti alla stessa azienda. Questo non significa che fare in fretta significhi fare meglio, anzi: ogni intervento necessita di tempi che vanno rispettati, per non rischiare di avere un risultato non soddisfacente.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >