Society
di Simone Stefanini 10 Marzo 2016

Ma è vero che Raffaella Carrà e Frank Sinatra hanno avuto una storia d’amore?

Durante la visione di The Voice, è saltato fuori un gossip che ci ha fatto indagare (e sognare)

carratra via

 

Il mercoledì televisivo nelle case degli italiani si fa ancora più intrigante. Ieri ad esempio ho provato a guardare la prima puntata dell’Isola dei Famosi, ma mi sono riscoperto nudo e violentato da una tv alla quale non ero più abituato, quella del ventennio Berlusconi. Il monnezzometro è salito talmente in alto da esplodere e farmi rifugiare su RaiDue, per assistere a un’altra puntata di The Voice, dopo la durissima esperienza della prima puntata.

Un fatto importante ha attirato la mia attenzione di ultimo dei romantici: a un certo punto, dopo l’esibizione di un wannabe Michael Bublé, qualcuno se n’è uscito fuori col fatto che Raffaella Carrà ha avuto una storia con Frank Sinatra. E io non ho capito più niente.

Sono andato a cercare conferme e di sicuro c’è che hanno girato un film insieme: Il colonnello Von Ryan, nel 1965, quando la Raffa aveva 22 anni e The Voice (che guarda il caso era il soprannome di Sinatra) ne aveva 50.

Qui sotto vi mostriamo il trailer. La Raffa entra al secondo minuto come rappresentante delle amanti focose bolognesi.

 

 

Ma cosa c’è di vero in questa liaison, che detto fra noi mi fa sognare? Ieri la Raffa, parlando del film, si è fatta sfuggire un “Sinatra era uno da una botta e via”, chiarendo poi che stava parlando delle sue doti di attore, che girava la scena e se ne andava. No, Raffa, non ci basta il pane, vogliamo anche le rose.

 

Ha-cominciato-con-il-cinema-lavorando-persino-con-Frank-Sinatra via

 

Da una vecchia pagina di Repubblica del 2006, scopro che da Bonolis la Raffa nazionale si era sbottonata un bel po’ sull’argomento: «Ci siamo conosciuti alla stazione Tiburtina, giravamo Il colonnello Von Ryan. Aveva voglia di sposarsi: ha sposato la mia vicina di casa, Mia Farrow. Mi regalò una collana di perle con chiusura di smeraldi, l’ho persa. Aveva voglia d’innamorarsi, io no. Non volevo essere la fidanzata del capo». 

Quindi, se non ho capito male, Francone c’ha provato ma la Raffa, da donna indipendente e fiera, gli ha spento il vulcano in eruzione e lui si è buttato su Mia Farrow, che abitava accanto a Raffa durante il suo soggiorno a Los Angeles per il film. Ma anche se ci fosse andata e poi l’avesse piantato lì, sarebbe stata la capa mondiale degli anni ’60!

 

raffaella-carra-con-frank-sinatra-nel-periodo-delle-riprese-de-il-colonnello-von-ryan-278240 via

 

Provo a cercare qualcosa su YouTube e trovo questi spezzoni d’epoca presentati da Vladimir Luxuria almeno due nasi fa. La Raffa è giovane, spigliata e molto, molto bella. Con Sinatra, dice la Carrà, ci fu una simpatica amicizia.

Neanche Boncompagni, ex compagno della Carrà, vuole fare luce sul fitto mistero. Si limita a dire “Conoscendola, credo che non ci sia stato niente tra di loro”.

 

https://youtu.be/MTWIyDSby6M

 

Che la Raffa nazionale abbia davvero tirato il due di picche a Frank, reo di averla chiesta in sposa? Di sicuro, non è riuscito nel suo intento, come non c’è riuscito Sergio Japino, col quale la Carrà intrattiene una relazione da 35 anni.

Ma questo rifiuto così importante e così incredibile, pensando a cosa sono disposti a fare gli aspiranti attori di oggi pur di apparire, ce la fa rimanere ancora più simpatica. Stai a vedere che la più femminista di tutte alla fine era proprio quella che cantava “Com’è bello far l’amore da Trieste in giù”.

 

frank-sinatra-y-rafaella-carra-duelo-de-titanes via

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >