Society
di Ray Banhoff 9 Ottobre 2015

Siamo andati al meeting dei raeliani d’Italia e non è andata come avremmo pensato

In una stanzetta nel primo hinterland milanese, tra luci al neon e tavoli con le bibite

IMG_9219  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

Ama e fa’ ciò che vuoi
Sant’Agostino

 

Oh mamma… che palle. Viviamo in un mondo in cui tutti sanno tutto. Non c’è più spazio per il dubbio, non c’è più spazio per lo stupore, non c’è più spazio nemmeno per sbagliare. Su internet (e di pari passo nella nostra cultura) dilaga sempre più un pensiero oggettivo, unico, che scoraggia l’originalità.

Tolto Gianni Morandi spiccano nelle cronache solo hater, troll, saccenti, bulli da bacheca, stronzi del web, chiamateli come vi pare, che ogni giorno dicono la loro e creano “l’opinione della rete” che finisce negli speciali di Del Debbio. Vari esponenti di queste subcategorie umane avevano imbrattato la bacheca Facebook del meeting dei raeliani d’Italia con decine di offese, dallo sfottò perché siete dei drogati, al più classico ammazzatevi. Noi invece al meeting dei raeliani ci siamo andati, che è molto diverso da scrivere su internet.

 

IMG_9151  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

 

Pomeriggio inoltrato di un metà settimana. Segrate, hinterland milanese, una delle tante capitali del regno Mediaset, un posto di villette a schiera e natura innestata accanto ai palazzi cubici e grigi, costruiti in 100% cemento; no aria no colori e pure no cani che abbaiano. Un luogo apparentemente ospitale, ma col malocchio delle tragedie del nostro tempo, un po’ Erika e Omar. Ma qui si tiene il quarantesimo meeting raeliano

I raeliani italiani si incontrano in una stanzetta dai soffitti bassi, illuminata da luci al neon, adornata di coccarde e scritte fatte a mano, qualche tisana sparsa qua e la e merendine fatte in casa portate da qualcuno. Qui, mentre fuori i bimbi giocano, si discute della venuta sulla terra di una civiltà superiore. Per chi non sa chi siano i raeliani o di loro ha sentito solo le bizzarrie che circolano, ecco un sunto.

 

IMG_9222  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

 

I raeliani sono un culto in cui si afferma che che la vita sulla terra l’abbiano portata degli scienziati alieni attraverso l’ingegneria genetica. Il 13 dicembre di quaranta anni fa, alieni chiamati Elohim avrebbero contattato Claude Vorhilon, un ex giornalista sportivo francese attualmente conosciuto come Rael, scegliendolo come leader per comunicare il loro messaggio a noi tutti. Prima di Rael gli alieni avrebbero contattato pure Mosè, Elia, Ezechiele, Mahavira, Buddha, Giovanni Battista, Gesù, Maometto (perché tutte le religioni sarebbero nate dagli Elohim).

Attualmente Rael è l’unico che ha contatti con gli alieni. Quando morirà verrà scelto qualcun altro, ma anche il tema della morte andrebbe approfondito, perché i raeliani pensano di poter raggiungere l’immortalità tramite la clonazione o il trasferimento della mente. Oggi i raeliani stanno cercando di trattare con i governi per ottenere un terreno neutrale con uno spazio aereo sicuro, dove costruire l’ambasciata per la venuta sulla Terra degli extraterrestri. Questo tempio sarebbe il segno che sono ben accetti e che l’umanità è pronta al loro arrivo, alla pace in terra e alla vita nella gioia.

 

IMG_9148  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

 

Quindi ok, i raeliani sono davvero un tantino bizzarri, ma tolta la parte sugli alieni professano quello che ogni buona religione o movimento spirituale professa: ama, sii te stesso, sii felice, vivi in armonia con gli altri. E sperano di portare la pace nel mondo grazie alla meditazione, che praticano anche in pubblico nelle strade delle metropoli. Tuttavia sono famosi solo per una presupposta promiscuità sessuale, solo perché dicono che scopare è bello e fa bene (e anche masturbarsi) e per le storie sugli alieni. Parlando con un loro responsabile gli confesso tutto il mio scetticismo sulla parte degli alieni e lui, serafico, mi ferma subito: “Sai, lo scetticismo ti toglie il 90 percento della voglia di ascoltare chi hai di fronte, ti innesta il pregiudizio. Io quando parlo con qualcuno cerco sempre di imparare qualcosa”.

Non importa quanto siano sballati a fare le riunioni nelle loro stanzette sotto scala, non importano le merendine vegane, gli anelli da gioco di ruolo medievale, il videoproiettore che spara video alieni e musichette emotive o la tizia che si appende alla vita un cerchio che la protegge dai campi energetici. Non importano le luci al neon, le teste che fanno cenno di sì come i piccioni quando si parla di alieni e manco l’atmosfera da adepti. I raeliani vanno difesi. Vanno difesi anche là dove sono indifendibili, ma vanno difesi, perché va difeso il diritto di ogni persona di cercare un senso alla propria esistenza.

 

IMG_9144  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

 

Il New York Times dell’anno scorso diceva che mai come in questi tempi Manhattan pullula di cartomanti, astrologi, medium, guide spirituali, maestri di meditazione, sherpa dell’anima e cazzoidi salterini spargi-incensi. Ognuno ha diritto a credere in ciò che vuole. C’è chi segue ad esempio la serie A, chi legge i pezzi di Selvaggia Lucarelli, ci sono i metallari, quelli che si confessano su Facebook e poi ci sono quelli che dicevamo all’inizio, quelli che sanno tutto.

Ecco, loro sono gli unici che proprio non vanno difesi.

 

IMG_9142  Foto di Ray Banhoff per Dailybest

 

In collaborazione con Writeandrollsociety

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >