Society
di Sandro Giorello 10 Dicembre 2015

Come scoprire il regalo che vi farà il vostro partner a Natale

Come trasformarsi in una spia per capire se state facendo il regalo giusto

paccobomba1  Che la guerra abbia inizio. Illustrazione di Martina Lo Russo

 

In una coppia, quella dei regali di Natale a volte può essere una questione delicata. In teoria non ci sarebbe bisogno di sapere cosa la nostra dolce metà ci ha regalato (quando c’è l’amore c’è tutto). In più tentare di scoprirlo potrebbe portare più danno che profitto: oltre a rovinarvi la sorpresa, magari non riuscireste a fare una faccia abbastanza stupita disseminando piccoli malumori che possono trasformarsi in litigate.

Però, se la vostra è una storia ancora piuttosto giovane e voi siete di quelli che tendono a farsi prendere la mano dall’emotività, può essere utile avere qualche indizio per non fare il passo più lungo della gamba. Tipo presentarsi con degli orecchini (per lei) o una sciarpa costosissima in cashmere (per lui) quando c’è la possibilità, invece, che vi arrivi in cambio una calamita da frigo (sempre bella, chiaro, è il pensiero che conta). Ecco alcuni piccoli consigli nel caso voleste davvero sapere cosa ci sarà sotto l’albero per voi.

Usate la psicologia. L’ascolto è la base di ogni buona relazione: dai primi di dicembre potreste ricevere domande o indagini sui vostri gusti in campo di fumetti, DVD, libri fotografici, abbonamenti a servizi in streaming ecc. Tutti indizi utili. Se il vostro partner vi chiede anticipatamente cosa farete in giorni precisi del prossimo anno molto probabilmente riceverete biglietti di concerti o viaggi. Se controlla le etichette delle t-shirt che avete nell’armadio, la taglia della biancheria intima, vi scruta mentre guardate le vetrine di particolari negozi con un’attenzione insolita, allora saranno vestiti. Senza essere troppo invasivi potreste già avere i feedback sufficienti per arrivare alla soluzione.

 

 

Altrimenti passate all’attacco: incominciate a dire ad alta voce che, nonostante dobbiate già spendere parecchi soldi per Natale, vorreste togliervi uno sfizio. Sparate nel mucchio delle idee più plausibili e vedete come reagisce: se si imbarazza o gli scappa un “ma no dai” forse ci avete preso. Oppure inventatevi che un vostro amico compie gli anni, fate un po’ di proposte di regali e vedete che faccia fa, è facile che si tradisca.

Se dopo un paio di settimane di attento e mirato lavoro psicologico non avete avuto risultati, allora provate con la tecnologia. La vostra Lei sta cazzeggiando su Facebook e vedete comparire il banner dei maglioni di Street Fighters 2? Ecco, ci sono buone probabilità che ne riceviate uno. I cookies (quella cosa che da giugno 2015, siete obbligati ad accettare ogni volta che entrate in un sito) ricordano tutti i vostri passi fatti in rete con l’unico scopo di riempirvi di pubblicità. Può non essere un metodo così attendibile ma è poco invasivo e non rischiate di fare danni.

Oppure leggete la cronologia del suo browser: qui il livello di invasività si alza ma almeno non si rischia una denuncia. Avrete bisogno del suo computer per un periodo abbastanza lungo (a volte non basta una il tempo di una doccia, per dire) perché i link da passare potrebbero essere molti. Se si fosse di dimenticato/a di sloggarsi dall’account di Amazon controllate la sua lista dei desideri (metti mai).

Ancora niente? Se questa cosa del regalo è diventata un’ossessione allora potete usare il pulsante rosso che ogni cattivo che si rispetti ha a disposizione nel caso volesse far scattare una guerra nucleare. Entrate nel suo account di posta. Ci sono modi diversi, sia per PC che per Mac: per il primo il buon Salvatore Aranzulla ci dice che WebBrowserPassView, installato su una chiavetta, può salvare tutti i dati degli account presenti su un computer. Per il Mac è ancora più facile: vi basta sapere la password del computer, quella da inserire ad ogni avvio o ogni volta che va in standby. Cliccate su Accesso Portachiavi nella Cartella Utility e saprete tutto (anche quello che magari era meglio non sapere).

 

original gothicvampirefreak - Sherlock holmes e Watson a Natale

 

Ora, se siete arrivati a violare la privacy più intima della persona con cui vorreste invecchiare vi siete messi in un bel casino. Se siete stati scoperti l’unica è vuotare il sacco, mostrarvi per quello che siete. Fate una faccia da cane bastonato che per cui Disney pagherebbe i diritti e sperate che il vostro Lui o la vostra Lei vi perdoni. È procuratevi un regalo importante, ovvio. Auguri.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >