Society
di Simone Stefanini 6 Febbraio 2015

Stasera non riducetevi come gli ubriachi nei video di YouTube

Abbiamo provato con le buone ma non ha funzionato. Vediamo con le cattive.

Ormai vi conosciamo: attendete il venerdì come gli apostoli attendevano Gesù per abbeverarsi della sua parola. Il fatto però è che voi non bevete parole ma bicchierate di Long Island da 2 litri e mezzo, Negroni colossali, un’esondazione di Spritz, tanto di quel Prosecco che nemmeno dopo la finale mondiale del 2006. Noi non sappiamo più cosa fare con voi. Il fatto è che pensate di avere il fisico, il fegato d’acciaio e invece inesorabilmente ogni weekend fate la fine di Mr. Barba (non ve la ricordate? Sarà il caso di fare un ripassino) oppure della sua ex fidanzata (la cui storia strappalacrime trovate qui). Per farvi desistere, vi abbiamo addirittura mostrato quanto anche i vostri eroi, da ubriachi, commettessero delle sciocchezze (Steve McQueen e John Wayne che limonano e cose simili, qui) ma voi niente, duri e puri verso l’ambito premio della vomitata in macchina oppure su maglionescarpegiaccacravattacalzini.

Ma avete letto da qualche parte che noi di DailyBest siamo i vostri genitori? Vi abbiamo mai chiesto di chiamarci mamma o papà? No. Preferiamo essere i vostri maestri zen, che tramite la giusta severità, mostrano a voi, pecorelle etiliche, la via per diventare persone migliori. Dunque se non sono servite le storielle, né le foto dei vostri idoli, avendo finito le carote, tocca tirar fuori il bastone.

Seriously-drunk-people6

È l’ora di mostrarvi in tutto il suo splendore, come siete veramente da sfatti mentre credete di essere i più fighi ed irresistibili del mondo, prendendo come esempi calzanti i vostri epigoni di YouTube che, diversamente da voi, non si ubriacano dopo la prima birra media, quindi quando gli sale tutto il beveraggio della serata, diventano un tantinello disumanizzati.

Quando dite: “prendo la bici così poi non mi stracciano la patente” e poi vi portate in giro che sembrate la pubblicità della lobotomia: 

https://www.youtube.com/watch?v=RpQY89JV3do

 

Quando, teneri, pensate di essere la reincarnazione di Elvis al Circolo Arci, mentre ballate tutto quello che avete in corpo e vi credete gradevoli, addirittura belli. Quando pensate che le ragazze vi guardino ipnotizzate dal vostro carisma e non per fare il video e prendersi gioco di voi per almeno i prossimi 5 anni:

 

Quando poi tornate a casa facendo finta che non sia successo niente e il giorno dopo avete 16000 nuovi messaggi di gente che vi ha visto morire su YouTube:

https://www.youtube.com/watch?v=EGP4L0J4e74

 

Quando fuori dal parcheggio, per difendere il vostro onore e la vostra virilità, non trovate di meglio da fare che picchiarvi e vi credete Rocky contro Ivan Drago, mentre da fuori siete messi come questi due atleti qui sotto:

 

Quando il giorno dopo avete anche il coraggio di postare su Facebook il biglietto del concerto, magari scrivendo “che bomba che è stato”, mentre in realtà eravate talmente fatti che non sapere chi suonava né in quale anno avvenisse l’evento:

 

Quando arriva l’occasione che avete sempre sognato, in cui una bella giornalista televisiva  vi intervista in discoteca e voi finalmente potete far venire fuori il meglio che avete, ma poi purtroppo sale il cocktail alcol mdma e bamba per farvi fare questa figura, alla quale si aggiunge la diseredità familiare alla prima messa in onda del servizio:

 

Per non parlare di tutte le altre turbocazzate di cui vi rendete responsabili quando avete bevuto come un lama sudato, di tutte quelle cadute, di tutto quel dolore che riversate su voi stessi mentre pensate in modo del tutto errato di essere divertenti, mentre vi guadagnate i vostri 0.30 minuti di gloria all’interno di una compilation di epic fail sul Tubo:

https://www.youtube.com/watch?v=4E7jRLLWJ9Q

Ma tanto cosa ve lo diciamo a fare, ci sentiamo lunedì, nel caso vi sia passato l’hangover.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >