Society
di Simone Stefanini 20 Marzo 2014

Ho mangiato il Winner Taco e sono tornato adolescente

Un racconto emotivo alla Federico Moccia

Quando sostai al solito bar, mi apparve chiaro fin da subito che qualcosa era cambiato. Il frigo dei gelati, che d’inverno ospita quei coraggiosi soldati scampati alla fame d’agosto ed ormai congelati fino a raggiungere la consistenza della ghisa, era stato rifornito di tutto punto. Il segno del cambio di stagione, come la sonnolenza, l’allergia e la rinnovata voglia disco party. Il punto è che tra le matricole, soggiornava il veterano, l’hipster di una certa età, il Winner Taco. Fresco di dibattimenti, raccolte di firme e sollevazioni popolari per riportarlo nei congelatori della east e della west coast, il gelato più amato dagli italiani è davvero tornato. Costa 1euro e 90 e promette piaceri talmente proibiti che nemmeno Gola Profonda. Ora, sarò stronzo ma io il Winner Taco non me lo ricordavo nemmeno. A me piacevano il Blob, la Coppa d’Oro al cacao, il Calippo e qualche altro. Però per dovere di cronaca, mi sottopongo al test. Irrorato da Estathè. Limone. Bricchetto. Grazie.

IMG_20140319_164535

Appare sin da subito evidente che il gelato in questione è proprio piccolo. Cioè, roba da 4 morsi. Ben protetto dalla cialda da cono esterna e dal cioccolato al latte a coprirne la mezzaluna, cela al suo interno il fior di latte pochissimo variegato al caramello. Di cosa sa? Di pallavolo sulla spiaggia, di partite a carte sotto l’ombrellone, di ragazze che escono dall’acqua. Sa di buono ma lascia in bocca il gusto un po’ amaro di cose perdute, di cose lasciate lontano da noi, dove il mondo è diverso, diverso da qui. Sa di adolescenza perduta. Davanti c’è un ragazzino che gioca da solo a pallone e fa dei palleggi che io alla sua età non sapevo fare. Fosse autunno, potrei anche commuovermi, ma è primavera e stanno per tornare i mesi in cui questa cittadina fantasma sul mare venderà sogni alla gente e farà promesse che mai potrà mantenere. Un po’ come l’immagine pubblicitaria del Winner Taco rispetto al gelato, quello vero. Ma noi ci crederemo lo stesso, perchè ci piace illuderci.

winner taco

 

P.S.
La tabella pubblicitaria dei gelati mi informa che è tornato anche il Piedone. Va da sè che sarà il prossimo test.

IMG_20140319_164551

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >