Society
di Simone Stefanini 3 Giugno 2015

Tutte le cose che facciamo di notte tentando di scacciare le zanzare senza risultato

Torna l’estate, che bello. Sì può impazzire la notte, tentando di scacciare le zanzare senza risultato. Anche voi fate così?

Non so se ci hai fatto caso ma è arrivata l’afa e con essa, puntuali come le tasse, le zanzare. Quelle piccole maledizioni volanti, inutili come lo speck nel deserto e fastidiose come i Testimoni di Geova di domenica mattina, portatrici di nevrosi anche al più zen dei Dalai Lama, quelle cose invisibili che farebbero bestemmiare anche il Papa in San Pietro. Specialmente di notte, mentre tenti di addormentarti.

bogg

Sai che ci sono, le avverti ma non sai dove. Ed inizia ad incrinarsi il tuo rapporto con la sanità mentale.

Allora perlustri la camera, ogni anfratto, golfo o pertugio. Niente. Quando rinunci, vedi la stronza che comodamene si muove da una parte all’altra del vano, in totale serenità. Le puoi addirittura visualizzare una sigaretta in bocca, talmente è rilassata. Te, no.

Allora provi ad irrorarti di repellente, di diserbante, di antizanzara, di antiruggine. Poi ti metti nel letto, le lenzuola ti si attaccano addosso e ti sembra di essere avvolto in un sudario, al quale aneli segretamente, sognando l’oblio. Mentre, puzzolente come Fukushima qui giorno lì, stai per prendere sonno, zzzzzzzzZZZZzzzzzZZZZZZZZzzzin, proprio accanto all’orecchio. IMPAZZISCI.

eebbn2pjiyue0csn2qdn

Qualunque cosa tu abbia a portata di mano, la sventoli. Libro, tablet, maglietta, ciabatta. Mai alcuna zanzara è morta durante questo atto sciocco, però serve per scacciare il serial killer che ormai si è impossessato di te. Almeno lui. La zanzara invece è sempre lì. Schianti gli oggetti al muro, accendi candele puzzolenti. Tutto inutile.

zanzara-notte

Dunque avvii la seconda fare: ripeti il mantra “la zanzara non esiste – la zanzara non esiste – la zanzara non esiste – la zanzara non esiste – la zanzara non esiste” mentre ti inabissi nelle lenzuola, ti copri pure la testa, nel vano tentativo che questo nascondiglio possa distrarre la vampira. L’unico suo scopo sembra essere invece che ora ti senti male, boccheggi, sudi come una mucca impacchettata nel domopak. Intanto, la zanzara ti ha punto lo stesso. Allora DIVENTI COMPLETAMENTE MATTO: accendi la luce, ti alzi di soprassalto (rischiando anche di rimanerci per lo sbalzo di pressione) e cacci la merdosa bestiola fino allo sfinimento, senza tregua, senza risultato.

tumblr_n4g69oR5TZ1s3isu3o1_500

Alla fine non hai più sonno, hai gli occhi cerchiati, i nervi che in confronto Sgarbi è serafico e niente, metti una serie tv sul computer, sperando che prima o poi il sonno giunga di nuovo. E sai dove trovi la zanzara? Esattamente sullo schermo illuminato del tuo ottimo pc/mac. Il sangue non affluisce più al tuo cervello che ormai è ripieno di formaggio a pasta molle e dai una di quelle manate allo schermo che non hai idea, uccidendo finalmente la schifosa, insieme al computer di cui sopra. Piangi e dopo qualche ora ti addormenti, dopo 5 minuti suona la sveglia ed eccoti qui, a leggere questa cosa e a maledire l’estate.

dexter-mosquito-o

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >