Obey ha disegnato la nuova tessera della biblioteca di Los Angeles

Come trasformare un banale tesserino in un oggetto da collezione

Street Art
di Ornella Cigno 30 maggio 2016 17:11
Obey ha disegnato la nuova tessera della biblioteca di Los Angeles

Obey L.A. Public Library Obey Giant - Il sindaco di Los Angeles mostra fiero la nuova tessera

 

Un metodo efficace per avvicinare i giovani alle biblioteche, ai libri e quindi alla cultura? Potrebbe essere quello pensato dal sindaco hipster Eric Garcetti di Los Angeles per la L.A. Public Library.

 

 

La biblioteca pubblica di Los Angeles ha deciso di recente di rinnovare la veste grafica della sua tessera, affidando il compito allo street artist Shepard Fairey, meglio conosciuto come Obey e famoso per il suo iconico ritratto “HOPE” di Barack Obama.

 

Obey L.A. Public Library Obey Giant - Obey firma la gigantografia della nuova tessera

 

Il nuovo design pensato da Fairey insieme all’artista Cleon Peterson raffigura la sede storica centrale della libreria stilizzata in fasce, stelle e triangoli. I colori usati sono verde, bianco, nero e grigio e complessivamente la veste rinnovata rispetta lo stile tipico dei lavori di Obey. Il re-design è stato pensato in occasione del 90esimo anniversario della biblioteca ed erano più di vent’anni che la tessera non cambiava aspetto.

 

Obey L.A. Public Library

 

“La nostra città è la capitale creativa del mondo e questa collaborazione tra la Los Angeles Public Library e Shepard Fairey è un grande esempio di come l’arte può animare le nostre istituzioni civili”, ha affermato il sindaco della città Garcetti in un comunicato.

 

Obey L.A. Public Library

 

Anche Fairey si è dichiarato molto soddisfatto della collaborazione con la Public Library: “Quando ero più giovane, ho fatto la maggior parte della mia ricerche su arte e design in biblioteca. La Public Library di Los Angeles ha anche degli eccellenti programmi di lettura e di tutoraggio per l’estate aperti al pubblico”.

Circa 100.000 nuove tessere sono disponibili nelle 73 sedi della Public Library sparse per la città e senz’altro ci sarà la corsa ad accaparrarsele.

FONTE | Los Angeles Times

COSA NE PENSI? (Sii gentile)