Hoodass
©Hoodass Instagram
Art
di Giulia Montani 22 Novembre 2019

Filip Hodas firma il nostro presente in un futuro post-apocalittico

Filip Hodas è l’artista ceco che racconta il nostro presente fotografandolo e trasformandolo in un futuro post-apocalittico.

Si chiama Filip Hodas, l’artista di Praga che attraverso il profilo instagram di Hoodass, nella sua ultima serie di lavori ci mostra come apparirà il nostro mondo in un futuro post-apocalittico.

Hoodass ©Hoodass Instagram

Ciò che rappresenta con la sua arte, non è esattamente il pianeta terra, ma la nostra cultura pop europea, abbandonata a sé stessa e al disfacimento.
Ansiogena ma affascinante, i suoi sono lavori realizzati spesso con rendering 3D, in grado di mostrarci luoghi ed edifici abbandonati estremamente realistici, in cui personaggi di cartoni o oggetti simbolo del nostro tempo diventano elementi centrali delle foto modificate, ultimo lascito del nostro passaggio sulla terra.

Quella che emerge dalle sue immagini, è la distopia perfetta del nostro presente, raccontata attraverso alcuni icone della nostra cultura pop come la figura di Topolino o la maschera di  Darth Vader di Star Wars.

Hoodass ©Hoodass Instagram

Hoodass ©Hoodass Instagram

Le realtà create da Filip Hodas hanno qualcosa di estremamente familiare e richiamano alle visioni dateci da film apocalittici tanto quanto da luoghi in cui siamo stati e che sono caduti in rovina.
Girando tra la pagina instagram di Hoodass e la pagina personale dell’artista, ci si confronta con una serie di foto fatte dal’artista di posti abbandonati, deteriorati dal tempo e invasi dalla natura dopo essere stati dimenticati dall’uomo. Probabile fonte d’ispirazione per la creazione dei rendering.

Sculture giganti emergono da terre palustri e si lasciano intravedere tra tappeti di muschio.
Hello Kitty, pokeball, LEGO giganti… sono alcuni dei soggetti delle sue opere.
Viene da pensare se sarà quello proposto dall’artista, l’aspetto di parchi divertimenti come Disneyland o città come Las Vegas, quando l’uomo verrà spazzato via da una qualche guerra o catastrofe apocalittica.
La presenza di sopravvissuti o alieni sul nostro pianeta, è considerata però da Filip, che inserisce cavi elettrici e luci all’interno di questi monumenti caduti, a rappresentazione di un luogo comunque abitato.

Hoodass ©Hoodass Instagram

Oltre alla serie Dystopia e alle sue reliquie, caratterizzate anche dalla riproduzione di finti musei contenenti i resti di Titti, Pippo e SpongeBob con tanto di targhetta commemorativa, le creazioni di Hoodass, che seguono le foto reali sul suo profilo instagram personale, si espandono anche in grafiche fantasiose, pop e accattivanti fatte di materiali gassosi, fluidi o fumi colorati immersi in paesaggi reali come quelli rappresentanti vulcani o torri industriali.

Con i suoi rendering, Filip Hodas ha la capacità di mischiare realtà e immaginazione, sia per quanto riguarda il tempo che lo spazio.

Guardando certi suoi lavori, viene davvero voglia di poter ammirare dal vivo certi luoghi o poter toccare con mano alcune delle sostanze rappresentate.

Altre creazioni artistiche di Filip Hodas le trovate su Instagram e Facebook oltre che su Twitter, Tumblr, Society6 e Behance

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >