Le strisce pedonali 3D, un modo nuovo e creativo per far rallentare le macchine

Grazie a un particolare gioco di prospettiva visto da lontano il passaggio assomiglia a un dosso

Street Art
di Sandro Giorello facebook 27 aprile 2016 09:43
Le strisce pedonali 3D, un modo nuovo e creativo per far rallentare le macchine

3d-s  Saumya Pandya Thakkar e sua figlia Shakuntala Pandya

 

Tempo fa vi avevamo fatto vedere come in Russia si utilizzino dei proiettori che creano ologrammi al fine di spaventare chi vuole occupare un parcheggio dei disabili. In quel di Ahmedabad, in India, una coppia di artiste ha utilizzato un’illusione ottica simile per far rallentare le macchine nei pressi di un passaggio pedonale.

Saumya Pandya Thakkar e sua figlia Shakuntala Pandya hanno sfruttato l’idea di un disegno tridimensionale per creare delle strisce pedonali che sembrano emergere dall’asfalto. Grazie a un particolare gioco di prospettiva visto da lontano il passaggio assomiglia a un dosso che porta gli automobilisti a rallentare.

Il disegno è studiato in modo che l’effetto 3D sia visibile solo da una certa distanza: man mano che il guidatore si avvicina capirà che si tratta di un semplice disegno sull’asfalto, evitando così sterzate brusche o di invadere l’altra corsia di marcia.

 

 

In breve l’invenzione delle due artiste è stata segnalata dai principali giornali indiani e da molti dei più importanti siti di tutto il mondo.  Anche se India sono state tra le prime ad applicarla, quella delle strisce pedonali 3D è un’idea che è già stata sperimentata in altre parti del mondo: in Cina, ad esempio, sono presenti da più di dieci anni e, in alcuni casi, vengono affidate a degli street artist permettendogli di andare oltre il semplice effetto ottico e creando, così, delle interessanti opere d’arte.

 

wordprees-richardwiseman-550x398 archpaper.com/ - Le strisce pedonali 3D in Cina

 

In America il primo ad utilizzarle è stato il Dipartimento dei Trasporti dello stato dell’Oklahoma e, più avanti, sono comparse anche in alcune strade di Chicago.

 

FONTE | Wired

COSA NE PENSI? (Sii gentile)