TV e Cinema
di Lucrezia Costantino 22 Settembre 2020

22 settembre 1994: andava in onda la prima puntata di Friends

Compie 26 anni la sitcom che ha inventato un genere

Sono passati 26 anni da quando è andato in onda in America il primo episodio di Friends. Dopo anni è tra le serie tv più viste su Netflix e viene mandata in onda quasi ogni anno sulle reti televisive e ogni volta gli ascolti non sono indifferenti. Dal 21 settembre la sitcom viene trasmessa nuovamente su Italia 1 e la prima puntata ha registrato il 2,68% di share. Friends è la classica sitcom americana con le risate in sottofondo ed è solo questo l’unico elemento che l’accomuna alle altre serie. Prima di Friends le sitcom erano tutte uguali: protagoniste erano famiglie medio borghesi alle prese con le loro vicissitudini familiari. Friends si è distinta fin da subito per il suo saper guardare oltre. Per la prima volta non si parla di famiglie semi perfette ma di giovani neo laureati che vivono nella movimentata Manhattan.

I’ll be there for you

Rachel, Monica, Phoebe, Chandler, Ross e Joey sono andati in onda per la prima volta il 22 settembre del 1994. In dieci stagioni e per dieci anni vengono raccontate le vite, gli amori e le delusioni di questi sei amici di Manhattan. In tutta la sua semplicità Friends è la serie perfetta. Attira un pubblico di giovani e meno giovani e i numeri parlano chiaro. Ad esempio la puntata finale fu vista da circa 52 milioni di persone diventando così l’episodio più seguito del decennio.

Il tutto parte da quando Rachel (Jennifer Aniston) scappa dal suo matrimonio e si rifugia a casa di Monica (Courtney Cox) e si ritrova con gli amici di questa. Joey (Matt LeBlanc), Phoebe (Lisa Kudrow), Chandler (Matthew Perry) e Ross (David Schwimmer). Questi sono alla soglia dei trent’anni e nel corso degli anni si possono vedere come affrontano la vita. I vari tira e molla tra Rachel e Ross, le audizioni di Joey, la storia tra Monica e Chandler e le strane vicissitudini di Phoebe ci hanno accompagnati nei pomeriggi di ozio totale.

Friends ha avuto una forte influenza sulla cultura pop non solo per le sue battute iconiche ma anche per la sfilza di guest star che vi hanno partecipato: Reese Witherspoon, Winona Ryder, Brad Pitt, George Clooney, Bruce Willis sono solo alcuni i nomi delle guest star che hanno preso parte alle vite dei sei newyorchesi.

“Welcome to the real world! It sucks. You’re gonna love it”

Perché a distanza di ventisei anni Friends piace così tanto? E perché noi che non eravamo adolescenti (o ancora nati) durante il decennio Friends guardiamo questa serie? Sicuramente per la trama e per i vari aneddoti che ricordiamo tutt’ora durante le nostre conversazioni. Ad esempio Smelly Cat, la canzone di Phoebe, oppure i matrimoni di Ross. Sono entrati nel gergo di noi giovani della generazione Y e Z.

Friends è una delle serie più riuscite non solo per essersi distinta dalla classica sitcom americana ma anche perché ormai ci siamo affezionati a questi personaggi. Si può essere fan di Rachel però si adora Phoebe. Ci fa ridere il matrimonio fallito di Ross e allo stesso tempo ci dispiace. Ecco perché Friends piace: perché è semplice e fa ridere, nonostante le irritanti risatine in sottofondo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >