Tutto quello che c’è da sapere sul canone Rai in bolletta

Chi lo deve pagare, come non pagare, quanto costa e quando lo troveremo per la prima volta nella nostra bolletta elettrica

Il canone RAI in bolletta Pixabay - Il canone RAI in bolletta

Secondo quanto ha comunicato il Ministero dello Sviluppo economico e dell’Economia, il decreto attuativo che inserirà il canone RAI all’interno della bolletta della vostra utenza elettrica è in dirittura d’arrivo e si pagherà da luglio 2016 direttamente in bolletta.

Come sapete, si tratta di un argomento molto complesso e spinoso, sia per le polemiche  scatenate all’interno del dibattito politico  – in primis  dal Movimento Cinque Stelle – sia per problematiche pratiche e organizzative: l’operazione comporterà costi di gestione notevoli alle società elettriche che dovranno attrezzarsi a tale cambiamento e all’Agenzia delle Entrate che si occuperà della riscossione della tassa e dei rimborsi dovuti nel caso questa non venga applicata correttamente.

A peggiorare la situazione c’è il fatto che l’intero sistema si basa sulla famiglia anagrafica la cui individuazione – come ha dichiarato lo stesso Paolo Savini, direttore gestione tributi dell’Agenzia delle Entrate – “risulta particolarmente complessa”. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Chi deve pagare il canone in bolletta?
Tutti quelli che posseggono una televisione e, secondo la Legge di Stabilità 2016, “la detenzione di un apparecchio la si presume nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica”. Vuol dire che il canone sarà inviato a tutti gli intestatari di un contratto elettrico, i problemi che ne potrebbero derivare sono facilmente immaginabili: se l’intestatario della fornitura è defunto l’Agenzia delle Entrate dovrà risalire al coniuge o al parente a cui indicare la voltura, se è una casa multi-familiare con un solo contatore della luce ma con più famiglie anagrafiche, ci sarà da capire come far pagare il canone, e quante volte; stessa cosa vale se un titolare di un’utenza elettrica ha affittato temporaneamente la sua casa a persone non residenti. Tutte queste possibili problematiche saranno gestite dall’Agenzia delle Entrate che si preoccuperà anche di eventuali rimborsi, entro 45 giorni, tramite un accredito sulla prima fattura utile.

Riguardo alle seconde case non ci sono novità: se avete una seconda abitazione con un televisore non dovete pagare un secondo abbonamento. Stessa cosa vale per chi possiede un computer o un televisore vecchio purché senza decoder, in entrambi i casi il canone non va pagato. Attenzione però se usate un monitor come schermo del computer, o collegato a un videoregistratore per vedervi qualche vecchio VHS, secondo la Rai dovete pagare. Non lo pagano neanche le persone che, dai 75 anni in su, hanno un reddito non superiore agli 8000 euro annui.

 

Una vecchia TV, Photo by Rene Asmussen Pexels - Una vecchia TV, Photo by Rene Asmussen

Come si paga, quanto si paga, quando si paga?
L’importo vi verrà addebitato direttamente sulla bolletta elettrica e sarà specificato chiaramente con una voce dedicata. Il costo è stato abbassato da 113 a 100 euro all’anno, divisi in 10 rate. Si inizierà a pagare il canone dal prossimo 1° luglio 2016, la prima rata comprenderà anche quelle dei mesi precedenti (da gennaio e giugno), in seguito si procederà con le rate diluite normalmente.

E se non ho il televisore?
Se non avete il televisore dovete presentare ogni anno un’autocertificazione entro il 30 aprile. Potete farlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale 1, Sportello Sat, Corso Bolzano n. 30, 10121, Torino. Oppure tramite posta certificata a: DP.1TORINO@PCE.AGENZIAENTRATE.IT. A quel punto cosa succederà? “L’Agenzia delle Entrate passerà i dati su chi ha richiesto l’esenzione dal canone all’Acquirente Unico – la società garante delle connessioni elettriche – e il canone televisivo non sarà immesso nella bolletta”, spiega Repubblica.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >