Compie trent’anni IT: la miniserie tratta dal romanzo di Stephen King

Divisa in due puntate, il pagliaccio assassino ha terrorizzato una generazione di bambini

Compie trent’anni IT, la mini serie tratta dal libro di Stephen King nel 1986. Meglio conosciuto come It – il pagliaccio assassino, prima dell’adattamento cinematografico di Andy Muschietti, il clown ha fatto la sua prima comparsa nella mini serie televisiva diretta da Tommy Lee Wallace in onda sulla ABC. La serie andò in onda per la prima volta il 18 e il 20 novembre 1990 terrorizzando una generazione di bambini.

Pennywise: l’incubo di tutti i bambini

Diviso in due parti, la serie narra le vicende si un gruppo di sette ragazzini che, esplorando le fogne della loro cittadina, risvegliano una forza malefica che ha le sembianze di un clown dal nome Pennywise. Trent’anni dopo, quando il pagliaccio si risveglia di nuovo, il gruppo di amici, ormai adulti, abbandonano famiglia e lavoro per affrontare nuovamente l’inquietante clown.

Dal romanzo alla televisione

It è stato il primo adattamento televisivo, dopo Le notti di Salem (1979), basato su un romanzo di Stephen King. La serie vede come protagonista Tim Curry nei panni del pagliaccio assassino, che entrò perfettamente nella parte. Leggenda narra che Curry, anche fuori dal set, continuasse a spaventare la troupe e gli altri membri del cast: infatti tra un ciak e un altro, veniva chiesto all’attore di allontanarsi dal set. Oltre a Tim Curry, nel cast sono presenti Richard Thomas, Jonathan Brandis, John Ritten, Annette O’Toole, Dennis Christopher, Harry Anderson e Seth Green.

Nonostante il successo mediatico, la serie ottenne anche critiche negative. Una delle tante è l’adattamento diverso dal romanzo. Uno dei tanti episodi che lo differenzia dall’opera letteraria è il risveglio del pagliaccio. Nel romanzo Pennywise si risveglia ogni ventisette anni mentre nella serie si risveglia ogni trent’anni. Anche dal punto di vista estetico, nella serie, i personaggi vengono descritti diversamente. Un esempio è l’aspetto di Bill da adulto, uno dei personaggi principali, il quale nel romanzo viene descritto come un uomo rasato, mentre nell’adattamento televisivo ha i capelli lunghi. Un altro particolare che è emerso è l’assenza della casa abbandonata in cui due dei protagonisti hanno avuto il primo incontro con It. Guardarlo a distanza di 30 anni riporta alla mente un sacco di ricordi, fa sorridere per certe trovate piuttosto naif e riesce ancora a mettere inquietudine, grazie alla splendida performance di Tim Curry nei panni di Pennywise.

 

IT – Mini serie tv

Compra | su amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >