Il GOT Snow Village in Finlandia è l’esperienza definitiva per i fan di Game of Thrones

Il palazzo di ghiaccio è decorato con sculture provenienti dal mondo di Game of Thrones e ci si può anche dormire dentro

Quest’anno, niente Game of Thrones. Fa male, lo sappiamo, ma ormai la notizia è ufficiale: la serie tv più seguita degli ultimi 10 anni giungerà alla sua conclusione nel 2019 e vedremo finalmente chi siederà su quel maledetto trono che ha fatto più vittime dello tsunami.

Mentre attendete le novità da George R.R. Martin e compagnia, potreste visitare il GOT Snow Village in Finlandia, giusto per vivere un’esperienza che porterete con voi per tutta la vita.

22.000 tonnellate di neve e 400 tonnellate di ghiaccio, questo è il peso specifico del palazzo di ghiaccio situato a Kittilä, a un’ora e mezzo di volo da Helsinki. Quest’anno, in collaborazione con HBO Nordic, il palazzo di ghiaccio è stato riempito di bassorilievi e sculture glaciali provenienti da Russia, Ucraina, Polonia e Lettonia, tutte a tema Game of Thrones.

 

Si va dalla Sala dei Volti di Braavos al Trono di Spade. Nel mezzo, immancabili, gli Estranei che vi fissano con i loro occhi di un sinistro blu. La temperatura nel palazzo di ghiaccio è fissata sui -5°, quindi se decidete di avventurarvi nel profondo nord, meglio essere vestiti all’occorrenza.

Oltre ai tavoli e alle sedie, tutti di ghiaccio, al suo interno trovano spazio anche dei letti, sempre dello stesso materiale. Dormireste in questo igloo gigante?

 

 

In caso positivo, potete prenotare la vostra camera di ghiaccio sul sito ufficiale, il prezzo va dai 200 $ in su, e rimarrà aperto fino all”8 aprile, poi verrà chiuso per le sopraggiunte temperature primaverili.

 

 

I biglietti per visitare il GOT Snow Village costano 18 $ e vi consentiranno di visitare il palazzo di ghiaccio e di ammirare le sue sculture, mentre sorseggerete tè caldo per non congelare. Per gli avventurieri che decidessero di dormire al suo interno, l’organizzazione raccomanda ai visitatori di dormire una sola notte a quella temperatura e le notti successive nelle cabine riscaldate nel vicino hotel, perché eroi sì, ma mica scemi.

CORRELATI >