TV e Cinema
di Simone Stefanini 20 Dicembre 2016

Jerry Lewis è la persona peggiore da intervistare nel mondo e lui lo sa

Il sadismo del novantenne Jerry Lewis nei confronti di un povero giornalista

 

I giornalisti lo sanno bene, un’intervista può essere una bellissima occasione per conoscere un mito, per realizzare un ottimo video o un articolo convincente, nella migliore delle ipotesi. Se volete sapere quale sia la peggiore delle ipotesi, guardate il video qui sopra e ve ne accorgerete.

Si tratta di un’incontro di 7 minuti con il genio della commedia Jerry Lewis, che proprio quest’anno ha compiuto 90 anni e che si è rivelato un campione di splendida cattiveria. Andy Lewis, l’intervistatore dell’Hollywood Reporter, scrive che non appena lui e la sua troupe hanno varcato il cancello di casa dell’attore e l’hanno visto arrabbiato mentre guardava la tv con le cuffie, ha subito capito che non sarebbe stato semplice portare a casa l’intervista, e così è stato.

 

 

Jerry Lewis risponde per monosillabe, guarda male l’intervistatore, è sarcastico e a domande del tipo “C’è qualche aneddoto che ti piacerebbe ricordare di Dean Martin, di Frank Sinatra e degli altri grandi con cui hai lavorato?” la risposta è un secco NO. In questo slalom nell’imbarazzo, però, c’è un momento che fa venire i brividi, quando l’intervistatore domanda qual è stato il momento più felice della sua carriera e il decano dei comici americani risponde dicendo “quando il mio partner Dean Martin era vivo”.

 

 

7 minuti in cui il buon Andy, se avesse avuto una pala avrebbe iniziato a scavarsi la fossa da solo, ma in realtà guardando il video, si ha l’impressione di assistere a una performance del Jerry Lewis ai tempi migliori, che interpreta il personaggio dello scorbutico vegliardo meglio di chiunque altro.

D’altra parte, negli ultimi anni, l’attore ha continuato a lavorare. Ha avuto un ruolo nel film I corrotti di Alex e Benjamin Brewer dl 2016, ha recitato in Max Rose di Daniel Noah (2013) anche se la sua interpretazione più bella tra i film relativamente più recenti (calcolando che Jerry Lewis ha iniziato a recitare negli anni ’40) è quella in Arizona Dream di Emir Kusturica (1992), a fianco di Johnny Depp e Faye Dunaway. Un film visionario, potente e sognante che se non avete mai visto, dovete assolutamente recuperare, in cui Jerry incarna perfettamente luci e ombre del sogno americano.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >