TV e Cinema
di Simone Stefanini 28 Novembre 2018

L’amica geniale è il salto di qualità definitivo per la Rai

L’amica geniale di Saverio Costanzo è una serie tv italiana di cui poter essere orgogliosi

“Tu sei la mia amica geniale: devi diventare la più brava di tutti, maschi e femmine”

Quando abbiamo saputo che L’amica geniale, il primo romanzo della quadrilogia omonima, scritto dalla misteriosa Elena Ferrante e diventato caso editoriale in tutto il mondo, sarebbe diventato una serie tv Rai, qualcuno ha storto la bocca. Mamma Rai è ormai pregiudizialmente famosa per la scarsa qualità delle sue fiction, ma questo è un dato tutto da rivedere. Negli ultimi anni, grazie a co-produzioni, collaborazioni, a registi, autori e tecnici sempre più bravi, è proprio dalla Rai che sono uscite le migliori cose della televisione italiana, basti pensare ai crime Rocco Schiavone (con Marco Giallini), Non uccidere (con Miriam Leone) e Il cacciatore (con Francesco Montanari), alla serie di Suburra, al film Principe Libero sulla vita di Fabrizio De André o alla serie tv I Medici.

Nel caso de L’amica geniale, si tratta di una co-produzione che vede in campo oltre Rai Fiction anche l’americana HBO, TIMvision, Wildside e Fandango, per la produzione (tra gli altri) di Domenico Procacci e quella esecutiva che vede la presenza anche di Paolo Sorrentino. La regia è stata affidata a Saverio Costanzo, uno che per togliersi la scomoda sigla di figlio di (Maurizio, in questo caso) ha dovuto per forza di cose diventare sempre più bravo nel suo lavoro. Ci è riuscito alla grande.

Dopo aver visto i primi due episodi in diretta su Rai Uno (disponibile anche su TIMvision e Rai Play), dobbiamo assolutamente sottolineare quanto il comparto tecnico abbia funzionato splendidamente, permettendo a Lila e Lenù, le due bambine napoletane degli anni ’50 che amano studiare contro il volere delle famiglie e della società, di prendere vita e con loro la ricostruzione minuziosa di tutto l’ambiente circostante.

Ludovica Nasti (Lila bambina) ed Elisa Del Genio (Lenù bambina) reggono sulle loro spalle i primi due episodi e sembrano attrici consumate, tanta è la loro bravura. Insieme a loro, nel ruolo della maestra che si batte per l’emancipazione femminile, una bravissima Dora Romano.

L’amica geniale è suddiviso in 8 episodi da 50 minuti l’uno e altri 24 sono in pre-produzione, tratti dai restanti tre libri della saga. Il pubblico ha dato ragione a mamma Rai: la serie tv è stata vista da oltre 7 milioni di persone e ha raggiunto il 29,3% di share, a dimostrazione del fatto che un’altra Rai, ma anche un’altra sensibilità tutta italiana è possibile.

Per chi non l’avesse ancora letto, ecco la ristampa del libro da cui nasce tutto.

Elena Ferrante – L’amica geniale 

Compra | Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >