notte horror italia 1 lista film

I 10 film più indimenticabili trasmessi da Notte Horror su Italia1

Eravamo giovani, avevamo la tv in cameretta, e volevamo avere paura

notte horror italia 1 lista film  Pelle d’oca!

 

Che bello quando la vita offriva solide certezze! Certezze stagionali, certezze catodiche in particolare: una di queste era il ciclo estivo di film horror su Italia 1. Si chiamava Notte Horror, i film andavano in onda in seconda serata da inizio giugno – quando la seconda serata iniziava davvero intorno alle 22.40, mica come adesso – e ci hanno fatto compagnia e paura per un bel po’ di anni di adolescenza, se siamo nati nei primi anni ottanta o qualche anno prima.

Il ciclo Notte Horror era cominciato nel 1989, ed era cresciuto fino a diventare un appuntamento importante, cruciale, nelle estati italiane di noi ragazzini dell’epoca: verso i 14, 15 anni, a metà anni novanta, si cominciava a poter stare alzati fino a tardi, magari qualcuno aveva la tv in cameretta, ed era così bello avere paura, da soli. Poi ci sarebbe passata, ma lì per lì…

Mi ricordo che si aspettava proprio che cominciasse Notte Horror, che partiva quando finiva la scuola, magari per registrarci su VHS qualche pellicola mai vista prima, e goderci – in epoca di tv generalista e se andava di lusso, di videonoleggi o Blockbuster – qualche perla dell’orrore.

Ma che film c’erano a Notte Horror? 

Cercando un po’ online si trova l’elenco completo con tutti i film trasmessi durante Notte Horror, con tanto di date di messa in onda, ma noi qui vogliamo mettere in fila quelli che hanno segnato le nostre vite di teneri virgulti della paura.

 

Il Seme della Follia (1994) – in onda il 1° luglio del 1997 

Echi di H.P. Lovecraft in un capolavoro della paura firmato alla regia da John Carpenter, in cui Sam Neill – all’epoca tutti noi ce lo ricordavamo giusto per Jurassic Park – va alla ricerca di uno scrittore, il misterioso, diabolico Sutter Cane apparentemente svanito nel nulla proprio al momento del lancio del suo ultimo libro. Problema: i libri di Cane conducono, letteralmente, alla follia… Indimenticabile e bello da rivedere ancora oggi, un classico.

 

Hellraiser (1987) – in onda nel 1989 e nel 1993, data precisa sconosciuta

I primi capitoli della saga di Hellraiser facevano davvero paura. Ai tempi: chissà a rivederli oggi… Pinhead, il signore lì sopra, ha tormentato le notti di tanti adolescenti dell’epoca, anche perché – un po’ come per la saga di Nightmare – l’oggetto centrale in cui si sviluppava l’incubo era un mondo onirico. Scritto, diretto e prodotto dall’autore del libro originale, Clive Barker, è un altro classico della paura, forse oggi un po’ datato. Ma vale comunque la pena di rivederlo.

 

Splatters – Gli schizzacervelli (1995) – in onda il 9 luglio del 1996

Che cosa faceva Peter Jackson, il regista della saga del Signore degli Anelli da giovane? Faceva horror abbastanza assurdi come questo. Ambientato nella Nuova Zelanda degli anni cinquanta, Splatters – Gli schizzacervelli è semplicemente delizioso ancora oggi, anche se un po’ datato. Trama in breve? Un morso di una scimmia-topo a un esploratore innesca una serie di eventi che portano a un’epidemia di zombie che sconvolge la tranquilla Wellington. Vecchiette, rockers, animali e bastardissimi neonati zombie compresi. Un horror in cui si sorride: paura poca, risate molte. Ricordo che lo vidi con mia nonna.

 

I gusti del terrore (1995) – in onda il 30 luglio 1996

Meno noto, sicuramente meno bello dei precedenti, I gusti del terrore si merita comunque un posticino nel nostro pantheon della paura anni novanta. La trama in breve? In una cittadina americana appare un gelataio, che come dire, nasconde qualche segreto… quel segreto, ogni tanto, lo nasconde proprio negli ingredienti dei gelati. Attenti bambini… Anche qui, un horror con venature da commedia. Problema: paura poca, risate poche. Dimenticabilissimo?

 

Dellamorte Dellamore (1994) – in onda il 3 settembre 1996 

Che annata il 1996 per Notte Horror! Forse non uno più bello dell’altro, ma di sicuro uno più indimenticabile dell’altro. E anche la curiosa trasposizione di Dylan Dog, dal fumetto di Tiziano Sclavi alla pellicola, con protagonista Rupert Everett ha segnato indelebilmente il nostro immaginario di ragazzini di quegli anni. Per i maschietti: indimenticabile anche altro, ovvero la scena con Anna Falchi al cimitero. Quella scena , ci siamo capiti.

 

Darkman (1990) – in onda il 1° settembre 1998 

Cupo, doloroso, dark: che bello Darkman, l’avrò visto decine di volte su VHS da ragazzino. Alla regia Sam Raimi, protagonista Liam Neeson, Darkman nel corso degli anni si è guadagnato la fama di cult, secondo me più che meritatamente. Ancora bel lontano dai fasti di Spider-Man e saldamente ancorato all’horror – del resto aveva diretto La Casa – Sam Raimi ci racconta la storia di un giovane scienziato e inventore che coinvolto in un terribile incidente, si trasforma in supereroe… nessuno spoiler, nessun indizio! Se vi manca, guardatelo anche oggi. Ancora godibile.

 

Cimitero vivente (1989) – in onda nel 1991, 1992, 1996  

Il classico dei classici, ritrasmesso più volte, sempre bello: ancora oggi? Io dico di sì. Del resto, mettere insieme una storia del Re, Stephen King, una famigliola perfetta cui capita una sfiga dopo l’altra, una trafficatissima strada cui fare molta attenzione, animali domestici infami che tornano a vivere, bambini infami che resuscitano (armati di bisturi) e pure un pezzo dei Ramones da pelle d’oca, non può non funzionare. Molto amaro, fa paura – almeno ai tempi la faceva, chissà ora – e con un finale da lacrime, commovente. Un Cimitero Vivente che non dimenticheremo mai.

 

Scanners (1981) – in onda il 18 luglio 1995

David Cronenberg alla regia, per un classicissimo della paura: con un sacco di teste che saltano, letteralmente. Chi le fa saltare? Gli scanners, individui dotati di poteri telepatici. Ma anche gli scanners, si dividono in buoni e cattivi… che meraviglia sarebbe se lo rifacessero quest’estate: divano, birra gelata, frittatona di cipolle, teste che esplodono. E no, noleggiarlo non è la stessa cosa, vederlo in streaming neppure. Voglio l’esperienza catodica anni novanta: voglio il Mivar, voglio il VHS, voglie le birre che da ragazzino non mi bevevo. Altro che streaming…

 

Body Bags – Corpi estranei (1993) – in onda il 27 giugno 1995

Tre episodi, tre maestri dell’horror all’opera: John Carpenter – che interpreta anche il medico legale – Tobe Hooper, e Larry Sulkis (non accreditato) e camei deliziosi, uno su tutti, il regista della saga di Nightmare (ma non ancora di Scream…) Wes Craven. Dei tre episodi indelebile nella mie testolina, Hair, dove Stacy Keach si trova alle prese con problemi di calvizie. La soluzione sembra trovarla in fretta, ma è tutto troppo bello per essere vero, e l’orrore, è dietro l’angolo… da rivedere anche oggi, malgrado abbia più di vent’anni.

 

 

Ticks – Larve di sangue (1993) – in onda il 15 agosto del 1995 

Perfetto prima di partire per il campeggio: Ticks – Larve di sangue ce lo ricordiamo soprattutto perché in un’epoca di Willy il Principe di Bel Air uno dei protagonisti del film era Alfonso Ribeiro, ovvero Carlton. Trama? Il concime di una coltivazione di marijuana genera zecche giganti e assassine. Un horror abbastanza prevedibile e dimenticabile, con effetti oggi datati e in senso non positivo. Dimenticabile sì, ma dimenticabile come quelle robe che tieni in cantina e non hai mai il coraggio di buttare via definitivamente.

 

-Bonus track 

L’armata delle tenebre (1992) – andato in onda durante Notte Horror?

Negli elenchi di film andati in onda non appare: eppure non ci credo che non sia mai stato trasmesso.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >