TV e Cinema
di Simone Stefanini 19 Febbraio 2016

Oggi nasceva Massimo Troisi, il più grande comico dei sentimenti

Il più grande attore napoletano del nostro tempo oggi avrebbe 63 anni: e ci manca sempre di più

trioiissi via

 

Oggi, il 19 febbraio del 1953, Massimo Troisi nasceva a San Giorgio a Cremano (NA). Compirebbe 63 anni, se il suo cuore non si fosse fermato dodici ore dopo la fine delle riprese del film Il Postino, nel 1994. Quel film che sentiva parte di se stesso e che disse proprio di voler fare con il suo cuore.

 

tumblr_n68xgulEfa1rfd7lko1_400 via

 

Io, che non sono napoletano, ho sempre seguito il suo linguaggio come fosse musica, canzone. Eppure c’era il modo di capirlo e di capire la sua città. Bastava guardare questa intervista con una giovanissima Isabella Rossellini.

 

 

Guardate la foto qui sotto, con Renzo Arbore, Maurizio Nichetti, Lello Arena e Roberto Benigni. Pensate al fermento dietro il mediometraggio Morto Troisi, viva Troisi! del 1982, in cui l’attore inscenava la propria morte prematura.

 

Troisi,_Arena,_Arbore,_Nichetti_e_Benigni via

 

Negli anni ’70, Troisi ha iniziato la propria carriera in teatro, insieme a Lello Arena e a Enzo Decaro. Formavano la compagnia La Smorfia.  Annunciaziò, annunciaziò.

 

 

Ma i suoi film più belli sono quelli in cui esplora le relazioni tra uomo e donna, con una grazia, una soavità, una timidezza e una malinconia uniche.

 

tumblr_n2e4itqZzl1rfd7lko1_500 via

 

Ricomincio da tre (1981) e Scusate il ritardo (1983) fanno sognare e contemporaneamente ti rimettono  coi piedi per terra. Si ride perché ci si ritrova in lui, nelle sue battute disperate, nella sua faccia che sembra faccia troppa fatica a ridere.

 

tumblr_ncz03bSy7U1rfd7lko1_400 via

 

Non so voi, ma quando vedo lo spezzone di Non ci resta che piangere in cui è con Roberto Benigni nel 1440, quasi 1500 a Frittole e flirta con Amanda Sandrelli cantandole Yesterday, io mi sciolgo tutte le volte.

 

 

Sempre pronto a dare grandi lezioni di vita, come nel suo ultimo film da regista e sceneggiatore: Pensavo fosse amore invece era un calesse, del 1991.

 

tumblr_n2w3izAhrZ1rfd7lko1_500 via

 

Ma non solo d’amore vive l’artista. Per esempio, della Lega che ne pensava Massimo Troisi? Questo:

 

 

Difficile non commuoversi di fronte all’amara ironia che ha accomunato Massimo Troisi e Pino Daniele anche nella morte. I due simboli della migliore Napoli, entrambi col cuore malato. Sì, qui sotto si piange.

 

 

Ettore Scola, Marcello Mastroianni e Massimo Troisi. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

 

Scola,_Troisi,_Mastroianni

 

E adesso, che sono 22 anni che non c’è più, vorremmo vedere un suo nuovo film e ascoltare di nuovo la sua voce, per prendere le cose più alla leggera in questi tempi bui.

Ci consoleremo stasera, facendo una maratona dei suoi film.

o-MASSIMO-TROISI-facebook via

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >