Perché l’ipotesi Bohemian Rhapsody 2 spaventa più di un film horror

The Show Must Go Off

Vorremmo smettere di parlare di Bohemian Rhapsody, dopo la recensione non ortodossa del film e il pacato commento sull’Oscar a Rami Malek, ma, ahinoi, il flusso inarrestabile di notizie riguardanti il musicarello più visto di tutti i tempi non si esaurisce e ogni volta alza la posta, fino all’inaspettato, all’incredibile: la voce insistente riguardo un sequel per il film.

A parlarne è stato Rudi Dolezal, regista di molti video dei Queen, che dal nulla se ne viene fuori col fatto che, dopo l’enorme successo riscontrato dal film, la “famiglia Queen” potrebbe dare un seguito della storia, che riparta dal Live Aid, il momento magico per alcuni, Tale & Quale per altri, con cui finisce il biopic.

Un’ipotesi insensata, folle, assolutamente fuori da ogni canone civile e quindi molto possibile, vista l’esigenza di raschiare ogni barile rimasto dall’eredità di Freddie Mercury da parte di due suoi ex compagni di band: Brian May e Roger Taylor. Come già sappiamo, Bohemian Rhapsody prima e la versione karaoke dopo, sono stati un successo planetario per un film dalla discussa regia, dai molti aggiustamenti in corsa e artisticamente valido al pari di una fiction Rai, ma ormai ha fatto il botto e bisogna convivere con questa aberrazione nella storia del cinema. Ciò che possiamo fare è impedire che si riproduca.

Tutti i veri fan dei Queen dovrebbero marciare sotto i castelli (ipotizziamo) di Taylor e May, chiedendo di rispettare la memoria del loro compagno defunto, poiché è palese che Bohemian Rhapsody non fosse la prima parte di una storia in due parti, ma un film con un inizio, uno svolgimento e un finale tipico dei biopic: foto/video del personaggio reale con frase che sembra scritta sulla lapide: Freddie Mercury è morto il 24 novembre del 1991 etc. etc.

Al netto della possibile trama di un sequel sulla vita di Mercury, in questo caso si dovrebbe parlare solo del declino della star, della malattia e della sua vita intima, appena sfiorata ed edulcorata oltremodo nel film originale. Oppure inventare trame sci-fi fantasy in cui Freddie risorge, vola, salva il mondo, si unisce agli Avengers. In ogni caso, non c’è nessuna necessità di prendere parte per la seconda volta alla stessa celebrazione. Se la prima per certi versi è stata discutibile, la seconda sarebbe ridondante oltre ogni limite e di certo Freddie Mercury, così geloso della propria vita privata, non vorrebbe un musicarello strappalacrime a rappresentarlo.

Fan dei Queen, non fatevi ingannare dalle condivisioni facili di social o dalla ritrovata celebrità postuma per uno dei vostri miti: Bohemian Rhapsody 2 potrebbe essere uno sbaglio fatale. Se Rami Malek non troverà più un ruolo così potente o May e Taylor non suoneranno più musica originale che valga la pena di essere ascoltata, questi sono affari loro, che niente hanno a che vedere con la vita di Freddie Mercury.

The Show (qualche volta) Must Go Off.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >