Still da https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/grandefratellovip/salvo-veneziano-e-il-suo-disappunto-sulle-nomination_F310227401004C02
TV e Cinema
di Simone Stefanini 14 Gennaio 2020

Sessismo al Grande Fratello, chi l’avrebbe mai detto

Salvo Veneziano è stato espulso dal Grande Fratello VIP per delle frasi sessiste e violente rivolte a una concorrente.

Se seguite il gossip, la notizia che tiene banco oggi è quella che vede Salvo Veneziano, già concorrente della prima edizione del Grande Fratello (quella con la Bignardi e Taricone, per intenderci),  squalificato dall’edizione in corso del  Grande Fratello VIP per una serie di frasi sessiste riferite alla concorrente Elisa De Pancinis: “Ti do due schiaffi, ti spezzo la colonna vertebrale”, “Le ho visto l’intestino”, “Le strappo la pelle”. Metafore di una violenza triviale, inaudita e agghiacciante. Salvo si riferiva alle fantasie sessuali che avrebbe fatto con la concorrente laddove fosse stato single, e non ai veri atti di violenza descritti, dice. Cambia poco.

Le frasi, inequivocabili, Salvo le ha pronunciate nella parte della casa in cui è rinchiuso con altri tre ex concorrenti: Sergio Volpini, Pasquale Laricchia e Patrick Ray Pugliese. Un convitto di intellettuali, verrebbe da dire, giacché la produzione ha riportato nel programma, isolati dal resto dei veri VIP, quattro personaggi  curiosi, strambi e presi di mira dalla Gialappa’s, negli anni in cui il programma andava forte.

“Essere un concorrente comporta delle responsabilità importanti sia nei confronti del pubblico, sia nei confronti degli altri inquilini della casa”, questa la favoletta morale con cui la produzione del GF VIP, (presentato da Alfonso Signorini, che vede come opinionisti Pupo e Wanda Nara),  ha squalificato Salvo. Tutto giusto, ma sbattere il mostro in prima pagina senza soffermarsi sulla mancanza di etica del programma sembra un attimo miope.

still da Mediaset Play www.mediasetplay.mediaset.it still da Mediaset Play

Tolte le prime edizioni condotte da Daria Bignardi, che avevano come scopo l’esperimento sociologico (che in ogni caso finiva sempre col sesso a favore di telecamere),  quelle successive condotte da Alessia Marcuzzi , Barbara D’Urso e Ilary Blasi hanno spesso fomentato scontri e rancori, esaurimenti nervosi (un bel po’ di concorrenti sono stati eliminati per aver bestemmiato) e incontri sessuali, invitando nella casa ragazze e ragazzi sexy, già pronti per la carriera futura e le comparsate in discoteca. Seni, addominali, natiche, atti sessuali di fronte alle telecamere, docce che sembrano spettacoli di burlesque e ancora commenti spinti, risatine, lacrimoni per la storia (di 3 giorni) appena conclusa, tradimenti, fuoco, paroloni, parolacce, descrizioni ardite e compromettenti, commenti volgari e sessisti, capanne improvvisate per creare il vedo-non vedo mentre si cede alla passione come da copione.

Ecco la parola: copione. È noto che certe dinamiche non si creino a caso e in quest’ottica, il Grande Fratello ha sempre giocato sporco, creando ad arte delle situazioni possibilmente compromettenti per poi scaricare la colpa sui concorrenti e mettere su il teatrino mediatico col mostro di turno, nel suo percorso di peccato e redenzione che piace tanto all’Italia conservatrice. Mettiamo bene in chiaro le cose: le parole di Salvo sono inaccettabili, tanto più perché amplificate dal mezzo televisivo, ma per una volta sarebbe un bel gesto se la produzione di facesse carico di metà della colpa, ammettendo di selezionare persone e personaggi col chiaro scopo di creare scoop, scandali e situazioni borderline come quella accaduta nei giorni scorsi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >