TV e Cinema
di Simone Stefanini 10 Ottobre 2017

Il trailer del nuovo Star Wars ci fa pensare di tutto

Gli ultimi Jedi vedrà la redenzione di Kylo Ren, Rey che passa al lato oscuro della Forza e Luke Skywalker nel panico o è tutta un’abile mossa di montaggio?

 

Il 13 dicembre al cinema tornerà Star Wars, con Gli ultimi Jedi, il secondo episodio della trilogia sequel, quella iniziata con Il risveglio della Forza nel 2015. La storia riparte proprio dove si era interrotta nell’episodio precedente: Rey giunge al cospetto di Luke Skywalker, ormai eremita ma pur sempre Jedi, per imparare a gestire la Forza.

Mark Hamill, cioè Luke, sta per tutto il trailer un po’ impanicato, eppure ne ha viste di cose brutte, tipo papà Darth Vader quando ha tentato di ucciderlo, ma poi l’ha salvato da Palpatine. Stavolta dice proprio che è impaurito, e questo potrebbe significare che Rey sia la Jedi dotata di Forza totale, che se venisse usata per il lato oscuro sarebbe davvero un problema.

 

 

Rey (Dailsy Ridley) dal canto suo ci mette un sacco d’impegno per non cambiare mai una sola espressione. Scuola Ryan Gosling? Comunque lei è la guerriera che non sa da che parte pendere e anche il cattivo più scarso di tutti i tempi, Kylo Ren (Adam Driver) le porge la mano per invitarla nella sua fazione, ma tutto potrebbe essere il contrario di tutto e il trailer montato ad arte per confonderci.

 

 

Accanto a Chewbacca c’è un coniglietto tanto carino che ci riporta subito alle atmosfere della trilogia prequel, purtroppo Han Solo (Harrison Ford) non è più parte della saga, lasciandoci per l’ennesima volta con il giramento di scatole per quella scelta scellerata nel primo episodio della trilogia sequel. Han Solo vive, lotta e guida il Millennium Falcon nei nostri cuori.

 

 

Nel trailer appare più volte Carrie Fisher, la Principessa Leia, madre di Kylo Ren, scomparsa poco dopo la fine delle riprese. Momento lacrimuccia. Che il bastardo voglia finire anche la mamma dopo aver ucciso il babbo? Oppure soffre di un dilemma interiore per aver ucciso Harrison Ford, che lo fa diventare buono, mortificato e patetico?

 

 

Comunque vada questa storia, faremo la fila al cinema sotto Natale, per farci trasportare un’altra volta nel meraviglioso mondo di Star Wars e criticarlo come solo un vero fan sa fare.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >