Tonya è la storia violenta e grottesca del più grande scandalo sportivo degli anni ’90

Nel film interpretato da Margot Robbie, la vita travagliata di Tonya Harding, la campionessa di pattinaggio su ghiaccio squalificata a vita perché coinvolta nell’aggressione della sua rivale

Il 29 marzo esce anche nei cinema italiani Tonya (I, Tonya), il film biografico sulla campionessa di pattinaggio su ghiaccio Tonya Harding, protagonista di uno dei più grandi scandali sportivi di tutti i tempi per essere stata coinvolta in qualche modo nell’aggressione alla rivale Nancy Kerrigan prima dei Giochi Olimpici invernali di Lillehammer nel 1994.

Il film è diretto da Craig Gillespie e splendidamente interpretato da Margot Robbie nella parte di Tonya, che per il ruolo ha anche ricevuto una candidatura agli Oscar, premio che ha vinto Allison Janney, miglior attrice non protagonista nel ruolo di LaVona Harding, madre di Tonya.

 

Margot Robbie e la vera Tonya Harding ew - Margot Robbie e la vera Tonya Harding

 

Nella pellicola, ancor più della storia sportiva conosciamo i retroscena umani di una vicenda mai del tutto chiarita. Una storia di durezze e soprusi che Tonya ha subito per gran parte della sua vita, fin da quando ancora bambina veniva maltrattata dalla madre anaffettiva affinché diventasse una campionessa.

Tonya Harding è stata la prima pattinatrice americana ad eseguire un triplo axel, un esercizio difficilissimo, ma nonostante il suo talento non è mai stato facile per lei, tipica redneck provinciale, farsi accettare nel dorato mondo del pattinaggio su ghiaccio.

 

La vera Tonya Harding a Lillehammer nel 1994

Per sfuggire alle asprezze e alle violenze della madre cade dalla padella alla brace sposando Jeff Gillooly, che la picchia spesso ed è geloso fino alla malattia.

Nel 1994 Tonya è in una fase discendente della sua carriera, è ormai conosciuta per il suo temperamento forte e ha appena divorziato dal marito, eppure in qualche modo oscuro Jeff riesce a tornare insieme a lei e per scusarsi delle violenze, decide di regalarle l’infortunio della sua rivale, quindi tramite un amico non troppo in sé, paga degli aggressori per rompere il ginocchio di Nancy Kerrigan. Si scoprirà in seguito che anche Tonya era in qualche modo coinvolta, ma in quale misura non è mai stato chiarito.

 

In ogni caso, da quel momento Tonya Harding diventa una delle donne più odiate d’America. È una storia greve anche se il regista è capace di alleggerirla in modo che non diventi mai opprimente.

L’interpretazione di Margot Robbie è eccezionale, ha persino imparato a pattinare per il film. Per lei, australiana alla conquista di Hollywood grazie a film come The Wolf of Wall Street di Scorsese o all’interpretazione di Harley Quinn in Suicide Squad, è il primo ruolo da protagonista e se la cava alla grande, mostrando spessore drammatico e immedesimazione nella parte che ricordano quello di Charlize Theron in Monster. Ci chiediamo perché non sia stata premiata con l’Oscar, senza nulla togliere a Frances McDormand.

 

 

Tonya è un film assolutamente da vedere, che mostra la storia di una donna che ha vinto e che è caduta senza sapere come riuscire a rialzarsi, ma che pure dopo aver subito ogni sopruso ed essere stata messa di mezzo, ha conservato la propria attitudine. La risoluzione del giallo lascia con l’amaro in bocca e con un grande dubbio in testa: è possibile empatizzare con una donna presunta colpevole di un criminale atto antisportivo? Evidentemente sì.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >